Giù la Vela Verde a Scampia

Scritto da , 16 Marzo 2019
image_pdfimage_print

Ad aprile sarà abbattuta la Vela Verde nel quartiere napoletano di Scampia. Lo annuncia il ministro dell’Interno Matteo Salvini al termine del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenuto in prefettura: “Sarà un periodo complicato ma se riuscirò a trovare due ore sarò orgoglioso di assistere”, aggiunge il ministro, che poi rende noto di aver applicato il regime di carcere duro per Marco Di Lauro, il boss della camorra arrestato dopo 14 anni di latitanza. “C’è lavoro di concordia ed efficacia che porta risultati, calano reati, ci sono arresti eccellenti. È di oggi il 41bis certificato per Di Lauro”, sottolinea, poi aggiunge che adesso si lavora “per rintracciare i finanziamenti e gli appoggi alla latitanza”. “La camorra, la ‘ndrangheta, la mafia sanno che, al Governo, ci sono dei nemici disposti a tutto pur di portargli via l’ultimo paio di mutande. Siamo in battaglia e in un percorso che vive un momento felice”, dice il ministro che apre anche all’abbassamento dell’età imputabile: “Lo proporrò agli amici con cui stiamo governando. Non è nel contratto, ma se ne può discutere”. Salvini rivendica il merito di aver “inviato a Napoli, da dicembre a febbraio, 200 agenti in più e la pianta organica per la Questura di Napoli è prevista a 600 agenti da aggiungere”. Così il ministro degli Interni, Matteo Salvini, al termine del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza a Napoli. “Non dico che facciamo miracoli – ha aggiunto Salvini – ma questa è una risposta a chi chiede che cosa sto facendo” . Per le Universiadi a Napoli, intanto, “sarà chiesto un rinforzo anche alle forze armate. Ma non c’è alcun allarme, sarà un evento bellissimo”. Salvini non commenta la condanna contabile per gli agenti coinvolti nel caso della scuola Diaz di Genova “Fatemi prima leggere la sentenza”, ma lancia una stoccata ai manifestanti che, alcune ore prima, lo avevano contestato: “Ho letto che in piazza c’erano alcuni bravi ragazzi dei centri sociali che inneggiavano alla morte del ministro dell’interno strattonando i poliziotti. Ci sono mamme e papà che hanno figli cretini che andrebbero educati, evidentemente. Ma io sono orgoglioso di come donne e uomi in divisa affrontano i problemi ogni giorno, se uno su mille sbaglia, quello deve pagare”. Il responsabile del Viminale difende anche il progetto di l’autonomia differenziata per le Regioni del Nord: “Manderò una copia della proposta al governatore De Luca e agli esponenti di Forza Italia che la criticano. Così almeno, se proprio devono criticare, capiscono di cosa si parla. Evidentemente si ha paura perché con l’autonomia ci si devono assumere le responsabilità: oggi se ci sono le formiche negli ospedali, se i malati stanno a terra, è sempre colpa degli altri. Troppo facile”. Ai cronisti che gli chiedono dell’attentato in Nuova Zelanda, Salvini invece risponde: “Rivolgo una preghiera per le vittime, una schifata condanna per i protagonisti. E un abbraccione e un bacione a quelli che riescono a trovare Salvini come colpevole anche in un caso come questo. Sono da tso”.Quindi Salvini evidenzia: “ L’unico estremismo che merita di essere attenzionato è quello islamico, le frange di estrema sinistra ed estrema destra possono comportare una condanna morale, e ogni estremismo viene bloccato e condannato. Ma la metà degli atti che firmo come ministro riguarda quello islamico”. Poi il ministro sottolinea: “È Importante sbloccare i 400 cantieri fermi in Italia, poi ci se ne prende i meriti è l’ultimo dei miei problemi”. Sul nodo degli F35, rileva: “Quanto agli strumenti di difesa, penso che l’Italia non debba stare indietro, se vieni meno alla parola data non fai bella figura”. Salvini aveva pranzato con una pizza nella chiesa di Santa Maria del Buon Consiglio al Vasto, insieme al parroco don Vincenzo Balzano. La giornata napoletana si chiude in piazza Plebiscito, con strette di mano selfie insieme a militanti e attivisti della Lega.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->