Giovanni D’Angelo: “Il vaccino anti influenzale importante per tutelare anziani, fragili e sanitari”

Scritto da , 3 Novembre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Prosegue anche a Salerno la vaccinazione contro i virus influenzali circolanti nella stagione autunnale-invernale. Una vaccinazione importante, come spiegano i medici di base perchè riduce al minimo il rischio di confonderla con l’infezione da Coronavirus. I sintomi da Covid, soprattutto nelle fasi iniziali, sono molto simili se non uguali a quelli dell’influenza ecco perchè è facile confondere l’influenza con il Covid e viceversa ed ecco perchè si consiglia la vaccinazione… “Soprattutto per le persone anziane e i soggetti deboli – spiega il dottor Giovanni D’Angelo, presidente dell’ordine dei medici di Salerno – E per deboli ovviamente, si intende quelle persone che soffrono di gravi patologie o patologie abbastanza serie. Bisogna ricordarsi che una semplice influenza per soggetti che soffrono di altre patologie, potrebbe facilmente trasformarsi in bronchite, polmonite e quindi avere conseguenze gravi”. Dunque la vaccinazione antinfluenzale è fortemente indicata per chi ha più di 60 anni di età, gli operatori sanitari, tutte le categorie che hanno frequenti contatti con il pubblico, chi è particolarmente a rischio come le persone con patologie che riducono la risposta immunitaria ed i portatori di patologie che aumentano il rischio di complicanze in corso di influenza, i bambini e in generale tutta la popolazione studentesca, soprattutto perchè vista l’emergenza sanitaria in molte scuole si sta ancora con le finestre aperte e gli studenti si ritrovano a volte in mezzo alle correnti d’aria che possono quindi causare raffreddamenti che si tramutano in influenza. Lo scorso anno la circolazione del virus influenzale nella popolazione, sia a causa del lockdown che ha limitato di molto gli spostamenti, e sia per l’uso massivo delle mascherine, che in Campania è ancora in vigore, ed anche per un aumento della somministrazione del vaccino anti-influenzale, è stata egregiamente contenuta. Mentre per quest’anno a causa di una maggiore libertà degli spostamenti si pensi che i casi di influenza possa tornare ad essere alti e quindi a generare una nuova emergenza a causa della ancora presente diffusione del virus del Covid… “Il vaccino anti influenzale è consigliabile oltre che per le persone anziane e per i soggetti fragili – spiega ancora il dottor D’Angelo – per tutte le fasce d’età, soprattutto per coloro che sono ogni giorno a contatto con molte persone. Attualmente la somministrazione avviene attraverso i medici di base, ma tra poco il vaccino sarà presente anche nelle farmacie. Inoltre voglio anche ricordare che non vi sono effetti collaterali per chi sceglie di farsi somministrare nello stesso giorno sia il vaccino anti influenzale che quello contro il Covid. E’ possibile somministrare entrambi i vaccini in contemporanea”. La vaccinazione, è la forma più efficace di prevenzione dell’influenza. Infatti negli individui adulti riduce del 70% circa il rischio di ammalarsi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->