Ginestra salva la festa dell’Arechi

Scritto da , 21 Aprile 2013
image_pdfimage_print

Un gol di Ginestra nel finale evita la sconfitta e salva la festa dei diecimila dell’Arechi. Ha provato fino alla fine la Salernitana a conquistare la vittoria per celebrare la promozione matematica nel migliore dei modi ma alla fine arriva un punto che lascia ancora aperta la corsa per il primo posto.

Con la mente e gli occhi alla coreografia da brivido della curva sud, la Salernitana si fa sorprendere subito dal Poggibonsi. Un fraseggio al limite dell’area, difesa ferme, Settembrini trova Miniati solo al centro dell’area e gol facile facile. A quel punto la squadra granata, supportata da un tifo spettacolare, ha provato a fare la partita. La squadra di Fraschetti ben disposta in campo ha fatto diga centralmente lasciando il solo Pera in attacco. I granata si sono spesso intestarditi a cercare lo sfondamento centrale con un Mounard particolarmente in giornata. Poche occasioni, qualche tiro fuori e allora Perrone chiede ai suoi di allargare il gioco, ma sia Luciani che Piva non trovano il cross giusto. Così nella prima frazione, eccezion fatta per uno sbilenco tiro di Ginestra, ancora sullo 0-0, i granata non inquadrano mai lo specchio. Ci provano un po’ tutti, da Guazzo a Mancini, anche per non rovinare la festa dei tifosi, ma il Poggibonsi resiste. Il ritmo non è dei più alti e i toscani non hanno poi chissà quale difficoltà a controllare le iniziative granata. Nemmeno su corner i granata sfondano. Molinari ci prova un paio di volte senza riuscire a superare Menegatti. Pur giocando il Poggibonsi con una sola punta, Perrone che per la terza volta consecutiva (ed è record nda) ha schierato la medesima formazione, lascia ben quattro difensori, mentre magari poteva essere sufficiente giocare a tre, allargando Montervino, avanzando Luciani e recuperando un uomo a centrocampo. Proprio quando  il tecnico sta per cambiare, Guazzo ingenuamente si fa espellere e allora invece dell’esterno Chirieletti, entrano Gustavo e Capua per Mounard e Montervino. I nuovi entrati suonano la carica. Ci prova subito Capua, bravo il portiere, poi Ginestra servito da Mancini trova il corpo di un difensore poi ci prova su punizione. E’ il momento migliore dei granata che provano ad agguantare il pari che arriva a otto dal termine. Cross di Capua e Ginestra di testa fa esplodere l’Arechi. Impazzisce di gioia anche il flemmatico Perrone che scatta dalla panchina per abbracciare il cobra. L’Arechi è una bolgia. I granata provano a vincere. Il gol non arriva ma la festa per  i diecimila dell’Arechi è salva.

SALERNITANA- POGGIBONSI 1-1

(primo tempo 0-1)

SALERNITANA (4-3-1-2): Dazzi; Luciani, Molinari, Tuia (73’ Chirieletti), Piva; Lanni, Montervino (66’ Capua), Perpetuini, Mancini; Mounard (66’ Gustavo); Guazzo, Ginestra. A disp: Garino, Giubilato, Lanni, Zampa. All. Perrone

POGGIBONSI (4-4-1-1): Menegatti; Panariello, Dierna, Salvatori, Paparusso (84’ Bronchi); Miniati, Scicchitano (55’ Giunchi), Passiglia, Ilari (70’ Roveredo); Settembrini; Pera. A disp: Vernaza, Bianconi, Cicali, Scardina All. Fraschetti.
ARBITRO: Serra di Torino (De Filippis-Pellegrini)

MARCATORI: 6’ Miniati (P), 82’ Ginestra (S)

NOTE: Spettatori 9438, incasso non comunicato (quota abbonati 205), 4 dei quali provenienti da Poggibonsi. Ammoniti: Scicchitano (P), Piva (S). Espulso al 64’ Guazzo (S). Allontanato dalla panchina il dirigente Susini(S) Calci d’angolo 9-3 per la Salernitana. Recupero 2’ pt,  4’ st

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->