Gasparri frena Casciello e blinda Marco Galdi

Scritto da , 5 novembre 2013
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Il disco verde per Galdi è arrivato direttamente da Maurizio Gasparri ma mancherebbe ancora l’accordo ufficiale. Ieri mattina il vertice tra l’ex ministro, il sindaco, l’ex assessore Palumbo e il consigliere Polacco, ha sancito una linea definitiva: Forza Italia, comunque vada, non farà cadere l’amministrazione comunale. Che sia appoggio esterno o i due assessori stabiliti, Forza Italia, stando a quanto emerge, non staccherà la spina e sosterrà ancora Marco Galdi. Dunque, la mediazione di Gasparri ha fatto tirare un mezzo sospiro di sollievo al sindaco, oppresso nelle ultime ore dalle strategie di Gigi Casciello (commissario cittadino di FI) che avrebbe vestito i panni di “falco” pur di non consentire il ritorno in maggioranza di Fratelli d’Italia, quindi del gruppo di Edmondo Cirielli. Ed, invece, quasi certamente Forza Italia sarà alleato ed anche forza governativa a tutti gli effetti. Il tempo di trovare una soluzione indolore che eviterebbe anche una bocciatura pesante alla linea politica più intransigente dettata dalla stessa segreteria provinciale del partito. Si cerca dunque la sintesi interna. Questo consentirebbe, poi, il varo della giunta nelle prossime ore. Una mossa che sbloccherebbe anche la scelta dei Fratelli d’Italia ancora in dubbio in merito ai due nomi da far entrare in giunta. Resterebbe confermata l’indiscrezione che vede una coppia in rosa targata Fdi in pole per l’esecutivo Galdi, dopo il no di Fabio Siani ed un “ni” di Alessandro Schillaci. Ma tutto dipenderà da Forza Italia che in un modo o nell’altro dovrà sbloccare l’impasse politico, consentendo così al sindaco di comporre il nuovo esecutivo e di convocare il Consiglio comunale per l’esame del bilancio. Gli unici da convincere in questo momento sarebbero Casciello e Luigi Napoli. Quest’ultimo in particolare dopo aver pregustato una possibile candidatura alle regionali 2015, o comunque la possibilità di ritornare in campo, nel caso di elezioni anticipate a Cava de’ Tirreni. Naturalmente non mancherebbe il piano B da parte di Marco Galdi che allo stato avrebbe assicurato i numeri in aula consiliare, in attesa di risposte che devono arrivare dal gruppo degli Indipendenti e dai banchi dell’opposizione. Pare che verso la maggioranza viaggino tre consiglieri comunali, di cui due del gruppo Indipendente ed uno direttamente dalla minoranza.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->