Gama Ox, il titolare anticiperà la cassa integrazione

Scritto da , 11 Ottobre 2012
image_pdfimage_print

Il fiore all’occhiello della città di Salerno. Non può che definirsi così l’azienda Gama Ox , specializzata nel settore dell’ossidazione anodica ed elettrocolorazione, situata nella zona orientale del capoluogo, che ormai da mesi vive una situazione di stallo.
Da circa un anno l’azienda, che appartiene al Gruppo Ruggiero di Nocera Inferiore, è in liquidazione ma i problemi, soprattutto per i lavoratori, sono incominciati già nel 2009 quando lo stipendio veniva certamente elargito ma con il passare dei mesi sempre più in ritardo.
Nonostante la situazione di disagio i sessantasei dipendenti, tutti salernitani, non si sono mai persi d’animo ed hanno continuato a fare il loro mestiere.  
Successivamente sono stati messi in cassa integrazione, quest’ultima però si è bloccata lo scorso mese di giugno. Ora avanzano tre mesi (luglio, agosto, settembre) e molti di loro sono disperati perché hanno mutui da pagare e famiglie da mandare avanti.
Ieri mattina si è svolto un incontro tra il titolare dell’azienda, Francesco Ruggiero, e i rappresentati dell’Inps di Salerno per cercare di reperire il prima possibile i fondi necessari per dare il via libera alla cassa integrazione ordinaria.
Quest’ultima corrisponde all’80 per cento della retribuzione globale che spetta per le ore di lavoro non prestate, la durata massima è di 13 settimane, più eventuali proroghe, fino a 12 mesi. Al termine della riunione il dottor Ruggiero si è recato di persona davanti la sede dell’azienda, situata in via Tiberio Claudio Felice, nel cuore della zona orientale di Salerno, dove ha avuto un faccia a faccia con i lavoratori, durante il quale ha spiegato che vi è la sua massima disponibilità ad andare incontro alle loro esigenze. In altre parole il titolare della Gama Ox si è detto disponibile ad anticipare la cassa integrazione degli ultimi tre mesi solo dopo aver avuto,però, un confronto con alcuni suoi consulenti.
Il faccia a faccia si è svolto pacificamente, davanti l’ingresso dell’azienda, ed è terminato con il tentativo del dottore Ruggiero di evitare un possibile scontro tra società e dipendenti.
Nel frattempo l’Inps provvederà, nel giro di due settimane, ad ottenere il prima possibile il via libera per la cassa integrazione.
Dopo aver salutato i dipendenti, il noto imprenditore salernitano è andato via e di lì a poco è partita la discussione.
Molti dei presenti hanno incominciato a parlare tra di loro sulla situazione nella quale si trovano e sulle possibili azioni da mettere in campo qualora le promesse fatte non fossero mantenute. Al momento, però, l’intenzione è quella di aspettare l’arrivo della cassa integrazione degli ultimi tre mesi e anche la sottoscrizione di una nuova domanda per il suo rinnovo che dovrebbe essere inviata all’Inps nella giornata di lunedì. Ricordiamo che la Gama Ox opera nel settore dell’ossidazione anodica ed elettrocolorazione da oltre 30 anni ed è tra le prime in Italia specializzata nella verniciatura dei profilati di alluminio.
La struttura aziendale di Salerno occupa circa 180mq di area, con tre cabine di verniciatura avendo una capacità produttiva di 630 tonnellate di profili al mese.
Sempre al suo interno vi è anche un altro impianto di profili con due cabine di verniciatura e una capacità produttiva di 2000 tonnellate.  Insomma, è da sempre il fiore all’occhiello della città.
Ora il futuro di sessantasei famiglie è nelle mani del titolare dell’azienda e dell’Inps.
L’auspicio è che una soluzione definitiva venga trovata il prima possibile nell’interesse soprattutto dei lavoratori, che per anni hanno lavorato sodo nonostante le difficoltà e che ora non devono essere abbandonati.  

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->