Fratelli d’Italia in campo per Monaco, Cirielli: «Le Province non funzionano a causa del Pd»

Scritto da , 22 ottobre 2018
image_pdfimage_print

di Er.No.

Continuano gli incontri del centro destra salernitano, in vista delle prossime elezioni provinciali in programma il prossimo 31 ottobre. Il candidato scelto e sostenuto dalla coalizione composta da Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, per guidare Palazzo Sant’Agostino, ieri è stato ospite dell’Holiday Inn di Cava de’ Tirreni per incontrare dirigenti e amministratori di Fratelli d’Italia, pronti a scendere in campo per sostenere la candidatura alla presidenza provinciale del sindaco di Campagna. Un incontro predisposto dal Coordinamento Provinciale del Partito, presieduto da Imma Vietri, al quale hanno preso parte anche il responsabile dell’organizzazione, Nunzio Carpentieri, il responsabile degli Enti Locali, Giovanni Fortunato, il Sen. Antonio Iannone, componente della VII commissione permanente del Senato e l’Onorevole Edmondo Cirielli, Questore della Camera dei Deputati. «Ringrazio Fratelli d’Italia che sta condividendo e sostenendo la mia candidatura, raggiunta ascoltando i territori -ha dichiarato Monaco ai presenti-. È chiaro che queste elezioni provinciali sono un orrore costituzionale perché frutto di una legge che ha sottratto la sovranità popolare con un voto ponderato. Sulla base di ciò dobbiamo offrire la possibilità di governare in maniera diversa, senza l’alibi della riforma Delrio, riorganizzando i rapporti con le realtà territoriali in termini soprattutto di viabilità e edilizia scolastica». Manutenzione delle strade provinciali e sicurezza degli istituti scolastici superiori sono stati gli argomenti principali sui quali si è focalizzato l’incontro. A presentare i numeri che decretano la bocciatura dell’amministrazione targata Pd di Canfora è stato il sen. Antonio Iannone. «Negli ultimi quattro anni abbiamo assistito a un fallimento totale: solo 20 scuole provinciali su 168 hanno un certificato anticendio -ha detto Iannone-. I numeri dicono chiaramente che la Provincia di Salerno è scivolata al 105esimo posto nella classifica della vivibilità. Questi dati condannano inesorabilmente l’amministrazione di Canfora, al quale Monaco si propone come alternativa». «Le province -ha aggiunto infine l’onorevole Edmondo Cirielli- non funzionano perché Delrio e il Pd di Renzi hanno sottratto 1 miliardo di euro all’anno alle scuole superiori e alle strade, ci sono centinaia di migliaia di incidenti in tutta Italia per colpa di Renzi, di Delrio e dello stesso De Luca che ha appoggiato questa riforma scellerata delle Province. Non le hanno soppresse ma le hanno private dei i soldi per la manutenzione: insomma sono a rischio i nostri figli nelle scuole superiori. A Monaco abbiamo chiesto di dedicare le poche risorse a disposizione alle strade e alle scuole impegnandosi, contemporaneamente, a contrastare anche il nuovo governo del cambiamento che in realtà non sta cambiato nulla. Servono 2 miliardi di euro per le scuole e le strade, e il governo del cambiamento deve capire che non deve continuare le schifezze del Pd. Monaco è la persona giusta per amministrare la provincia di Salerno»

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->