Frasi shock. L’indignazione dei parroci

Scritto da , 16 Dicembre 2018
image_pdfimage_print

di Red.cro.

“Dolore” per il fatto che “una manifestazione fatta in concomitanza di una festa religiosa profondamente sentita dal nostro popolo, sia diventata l’occasione per dare un messaggio di morte e di intimidazione, che contraddice profondamente lo spirito del Vangelo”. Ad esprimerlo, in una lettera aperta alla città, sono i parroci di Castellammare di Stabia (Napoli), in merito all’esposizione, durante la festa dell’Immacolata molto sentita nella città stabiese, di uno striscione nel rione Savorito con la scritta “Così devono morire i pentiti, abbruciati” posto su una pila di legname per un falò. “Siamo convinti -scrivono i parroci- che alla denuncia di quanto accaduto, come di ogni forma di corruzione e di attività camorristica, si debba sempre accompagnare una più intensa opera di educazione e di formazione delle coscienze. Le nostre comunità, già impegnate sul territorio, esprimono la disponibilità a collaborare con tutti, cittadini, associazioni e istituzioni, per realizzare il bene comune e contribuire, secondo lo specifico di ognuno, all’edificazione di una comunità civile sempre più giusta e solidale”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->