Frane, smottamenti, allagamenti: ferito l’assessore Della Greca

Scritto da , 22 Dicembre 2019
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Il maltempo che in queste ore si sta nuovamente abbattendo sul territorio salernitano ha nuovamente messo in ginocchio la città. Neanche il tempo di porre rimedi ai danni provocati la scorsa settimana a causa delle abbondanti piogge che la situazione sembra essersi ripresentata, forse anche in condizioni ancor più gravi, proprio perché reduci da piogge passate. Ancora una volta la situazione più drammatica si è verificata sui rioni collinari. Ad essere maggiormente in crisi, sembra essere proprio la comunità di Giovi dove, fin dalle prime ore di ieri, si sono verificati allagamenti, tombini saltati, piccole frane in terreni per lo più privati e disagi di ogni tipo. Dopo la frana che ha colpito via Casa Rocco, ieri mattina un ennesimo smottamento di terreno ha bloccato, ancora una volta, la circolazione in via San Nicola. Il maltempo ha provocato anche un ferito. Si tratta dell’assessore al Bilancio Luigi Della Greca coinvolto nel cedimento di terreno mentre era nel suo terreno. L’assessore, residente a Giovi, è stato trasportato in ospedale per tutti gli accertamenti del caso ma fortunatamente non risulta ferito in modo grave. Ancora una volta l’amministrazione comunale ha disposto la chiusura di sottopassi, tra cui quello di fronte l’azienda ospedaliera Ruggi d’Aragona, Mercatello e Pastena. Disposta anche la chiusura di alcune strade, tra cui via Paradiso di Pastena e via Pietro de Pezzo. Ancora una volta, a preoccupare maggiormente sono gli alberi. Nella tarda mattinata di ieri, infatti, un albero è caduto all’ interno di un condominio privato, distruggendo una vettura in sosta. Allagamenti anche in diverse zone della città capoluogo. A causa delle forti precipitazioni e delle raffiche di vento il Comune di Salerno ha disposto, già per la giornata di ieri e di oggi, lo stop del servizio navette, in occasione di Luci d’artista, per il collegamento Arechi-Concordia. Pertanto la circolazione sul Lungomare sarà quella ordinaria. Restano in vigore solo le restrizioni alla circolazione previste per le Luci d’Artista nelle zone adiacenti al Teatro Verdi. Mareggiate in città, intanto, con un atteso peggiormanento in programma per oggi. Diverse, le disdette da parte dei turisti curiosi delle luminarie, per un weekend che sarebbe dovuto essere da bollino rosso. Intanto, allagamenti di stanno verificando in tutta la provincia di Salerno, da nord a sud della città. In particolare, la statale 163 Amalfitana , si è trasformato in una saponetta, per via delle abbondanti precipitazioni. Nel pomeriggio di ieri, a Palazzo di Città, si è riunito il centro Operativo Comunale (Coc) per il monitoraggio delle criticità determinate dal forte maltempo che ha colpito la città. Alla riunione hanno preso parte il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli e diversi componenti della Giunta e del Consiglio Comunale, oltre a uomini della Polizia Municipale e della Protezione Civile. Tra le diverse frane che si sono verificate sui quartieri collinari la più importante in località Casa Manzo, dove è stata evacuata una famiglia. Altri smottamenti si sono verificati a Giovi Bottiglieri e Giovi San Nicola, dove è caduto un palo della pubblica illuminazione: sul posto è intervenuto personale dell’Ente per la rimozione dello stesso e per il ripristino dell’erogazione. Un allagamento ha interessato il quartiere Brignano, dove è intervenuta la Salerno Sistemi. Sala Abbagnano, due smottamenti importanti in Viale dei Tigli e in viale dei Pioppi. Qui un fabbricato in costruzione con vista sul mare sembra essere in evidente stato di pericolo con la scarpata di terreno sottostante totalmente franata. Alcune famiglie hanno lasciato le proprie abitazioni per motivi precauzionali. In via Ripa di Sordina è straripato un torrente che ha coinvolto un veicolo. Altri torrenti e corsi d’acqua cittadini risultano ingrossati, ma restano attualmente sotto il livello di guardia. Proprio in questi minuti, infine, si monitora con particolare attenzione il livello dell’acqua del fiume Picentino. Sono stati chiusi parchi e ville cittadine, oltre al Cimitero Monumentale; aperta, ma sotto costante osservazione, la Villa Comunale. Il Coc è convocato per questa mattina, alle ore 9, a Palazzo di Città. La situazione resterà sotto il più stretto controllo anche nelle prossime ore. Rallentamenti, poi, tra Fratte e la Valle dell’Irno mentre a Fisciano il Comune ha disposto la chiusura del villaggio di Babbo Natale.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->