Francesco Morra: «Prioritario sarà rendere Pellezzano sicura»

Scritto da , 1 maggio 2018
image_pdfimage_print

Adriano Rescigno

Sicurezza, vivibilità del territorio e prevenzione. Queste le linee programmatiche che vanno a comporre parte della progettualità amministrativa sottoposta alla conferma dei cittadini di Pellezzano da parte del leader del polo civico ” Impegno Civico”, Francesco Morra candidato allo scranno di primo cittadino. In via di definizione è anche il calendario degli incontri tematici, mentre è fissata per le 11.30 di domenica 6 maggio l’inaugurazione della sede elettorale di Capriglia in via Casaforte. Protezione civile, caserma dei carabinieri e polizia locale: il punto della situazione fatto da Morra.

«La priorità è la sicurezza dei cittadini. Sicurezza vuol dire serenità, vuol dire permettere alle attività produttive di insediarsi, vuol dire civiltà; in sintesi è la chiave di volta per la realizzazione di qualsiasi progettualità. Noi di “Impegno Civico” intendiamo sicurezza come contenitore di tante circostanze da tutelare. Dalla sicurezza all’interno delle abitazioni, alle strade cittadine per finire alla salvaguardia del patrimonio ambientale che ci circonda».

Sicurezza vuol dire anche Arma dei carabinieri…

«Sono contento di sentire questo accostamento e colgo l’occasione per ribadire che la caserma dei carabinieri non deve andar via da Coperchia. La presenza dei carabinieri, baluardo dello Stato in qualsiasi Comune è fondamentale, come deterrente al delinquere e come punto di riferimento per qualsiasi singolo. Il commissario prefettizio ha individuato la nuova destinazione del comando cittadino ma necessita di ristrutturazioni. La ristrutturazione ed il donare alla comunità ed ai carabinieri che prestano servizio nel nostro territorio una sede adeguata è la priorità di “Impegno Civico”. Eviteremo con tutte le nostre forze e competenze, e ci riusciremo, a non far accorpare i nostri carabinieri ad altri comandi. I cittadini di Pellezzano possono stare tranquilli».

Sul tema della sicurezza sono previste iniziative da parte di “Impegno Civico”?

«E’ in via di definizione il calendario degli incontri tematici. La sicurezza è alla base di una società civile e noi, insieme a tutti i cittadini di Pellezzano, lavoreremo in tal senso, attraverso occasioni di incontro e di scambio di esperienze, con esponenti delle forze dell’ordine e di amministratori locali».

Pellezzano necessità però anche di un corpo di polizia locali con maggiori forze, come è possibile realizzare ciò?

«Anche a questa domanda “Impegno Civico” ha la risposta. Nella parte dedicata alla sicurezza del nostro programma è possibile leggere a chiare lettere la riorganizzazione del corpo della polizia locale affinchè si incrementi il numero degli agenti, anche creando una rete, una collaborazione tra tutti i Comuni della valle dell’Irno quali Baronissi, Mercato San Severino e Fisciano».

La tutela del patrimonio ambientale è una delle priorità, cosa intende realizzare in merito?

《 Come ben sa l’inquinamento ambientale e la deturpazione dei territori attraverso gli incendi boschivi dolosi o causati da disattenzione da parte dei proprietari di fondi sono una delle grane maggiori per ogni amministratore locale che deve garantire la salvaguardia non solo dei territori ma anche della salute dei propri concittadini. In virtù di ciò, a mio avviso, la realizzazione di una protezione civile intercomunale, con una sede all’avanguardia, i cui volontari riescano a coprire le emergenze di tutta la valle dell’Irno, grazie ad un parco veicoli idoneo ed una sala operativa efficiente, sia un passo fondamentale per la tutela dei nostri territori. “Impegno Civico” non scrive libri dei sogni, è il territorio il protagonista delle nostre parole e dei nostri progetti e non ci importa altro che la sua salvaguardia e miglioramento».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->