Forza Italia fa un passo indietro: no alla candidatura di Amatruda

Scritto da , 17 Luglio 2020
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Non ci sarà Gaetano Amatruda tra i candidati al consiglio regionale della Campania con Forza Italia. La candidatura del braccio destro dell’aspirante presidente Stefano Caldoro era stata data per certa eppure, all’ultimo minuto o quasi, le cose sembrano cambiate. Fonti vicine al partito parlano di un veto imposto da l deputato azzurro Enzo Fasano. Eppure, a smentire il tutto ci pensa proprio il parlamentare salernitano: «Non ho posto e non potrei imporre alcun veto, non ho la possibilità di farlo – ha dichiarato l’onorevole Fasano – Le liste le fa il segretario commissario provinciale e io do una mano ma non impongo veti su nessuno». E ancora: «Di recente sono stato a cena proprio con Gaetano Amatruda e smentisco categoricamente questa notizia. Anche su Sica (Ernesto ndr) non spetta a me decidere, non faccio le liste». A quanto pare, dunque, nessun veto ma di certo c’è che Amatruda non sarà tra i candidati al consiglio regionale della Campania. Intanto, man mano che si avvicina la scadenza per la presentazione delle liste continuano ad emergere i nomi dei candidati. L’ultimo, in ordine cronologico, è quello di anche Giusy Sorgente che scenderà in campo con Fratelli d’Italia. Sempre in casa centro destra pace fatta, a quanto pare, tra Ernesto Sica e la Lega: l’ex sindaco di Pontecagnano Faiano e attuale consigliere provinciale aveva infatti espresso la sua amarezza per la gestione che sta attuando la Lega proprio. Una riflessione che sarebbe stata fraintesa tanto che Sica ha provato a correre ai ripari con un lungo post su facebook: “Ho espresso, forse male, l’intenzione di ricostruire un clima di civiltà, sul garantismo e ripartendo dai programmi. Con chi? È evidente, con i principali protagonisti della scena. Ogni mia riflessione, purtroppo, diventa la ricerca di una casa. Non è così. Nella stessa intervista ho espresso rammarico per alcune scelte della Lega ed ho auspicato un chiarimento. Già in queste ore si è riavviato e rilanciato un ragionamento. A conferma che nella Lega di Salvini ci sono le condizioni per rafforzare l’attenzione verso gli amministratori e le istanze del territorio. Continuerò a ragionare e vi terrò aggiornati. Perché decido di giocare questa partita con voi ed a carte scoperte”, aveva infatti scritto. Nel frattempo, il ministro dell’Interno Lamorgese ha inviato, nei giorni scorsi, alle Prefetture il decreto di convocazione dei comizi elettorali ed ha stabilito la data delle Elezioni Amministrative che si terranno Domenica 20 e Lunedì 21 Settembre 2020, confermando anche l’election day con il voto del referendum. Il presidente uscente Vincenzo De Luca non avrà il suo vice Fulvio Bonavitacola come candidato, Dell’attuale giunta, solo tre nomi saranno nuovamente in campo: si tratta dell’assessore all’Istruzione Lucia Fortini, candidata nel napoletano con la lista De Luca presidente e Sonia Palmieri, assessore in carica al lavoro ed alle Risorse Umane, candidata con la stessa lista ma a Caserta e dell’assessore Matera.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->