Forte chiede un incontro con De Luca e Bonavitacola

Scritto da , 15 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Er.No.

La Regione Campania non rilasci il provvedimento finale di Riesame all’Autorizzazione Integrata Ambientale alle Fonderie Pisano prima di aver effettuato la valutazione di impatto ambientale (VIA). E’ questa la motivazione che ha spinto il comitato e associazione Salute e Vita a diffidare i vertici di Palazzo Santa Lucia, in merito alla vicenda del rinnovo dell’Aia dello storico opificio di via dei Greci, a Fratte. Il presidente Lorenzo Forte sottolinea più volte come il passaggio per gli uffici Via sia obbligatorio per legge, come prevede il Testo unico ambientale all’Articolo 6, Comma 7b secondo cui il progetto presentato dalle Fonderie Pisano, la cui attività ricade parzialmente in una zona naturale protetta, debba essere sottoposto nell’ambito del procedimento di riesame dell’Aia ad una Valutazione d’Impatto Ambientale. Un rilascio dell’Aia senza Via sarà pertanto annullabile per violazione per legge ai sensi dell’articolo 29 Comma 1 del Testo Unico Ambientale.
«Auspichiamo che la Regione Campania non incorra nello stesso errore commesso nel 2012 quando fu rilasciata l’Aia in maniera quanto meno avventata, come ormai appare evidente alla luce delle ultime relazioni Arpac dalle quali si evince che l’attività delle Fonderie procura nocumento alla salute dei cittadini e all’ambiente. L’Arpac ha infatti evidenziato che con riferimento alle Bat individuate sin dal 2012 con il rilascio della prima Aia rilasciata l’attività produttiva delle Fonderie Pisano è stata svolta in totale loro carenza con pericolo immediato per la salute dei dipendenti e delle popolazioni vicinori», ha dichiarato Lorenzo Forte.
Intanto, il comitato “Salute e Vita” annuncia che nei prossimi giorni si rivolgeranno direttamente al Governatore De Luca e al Vicepresidente, nonché Assessore all’Ambiente della Regione Campania, Bonavitacola per richiedere un incontro per discutere di questa delicata vicenda allo scopo di non consentire il rilascio di un’AIA in piena violazione di legge.
(er.no)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->