Fonderie, il sindaco disposto a procedere con la chiusura

Scritto da , 19 gennaio 2018
image_pdfimage_print

Le fonderie Pisano presto potrebbero essere chiuse. E’ quanto è emerso dal vertice di maggioranza tenutosi ieri a Palazzo di Città. Il primo cittadino di Salerno, dunque, sembra aver assunto in toto le sembianze del governatore Vincenzo De Luca. Da sempre sostenitore delle Pisano, il primo cittadino di Salerno, infatti, ne avrebbe annunciato la chiusura solo dopo l’incontro tenutosi a Palazzo Santa Lucia tra il presidente del Comitato e associazione Salute e Vita, Lorenzo Forte, il governatore ed alcuni membri della giunta regionale e comunale. Lo stop definitivo dovrebbe però arrivare solo nel mese di marzo quando saranno resi pubblici i risultati degli studi tenuti dall’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno, direttore dal dottor Antonio Limone Dagli studi effettuati da Campania trasparente e Spes Valle dell’Irno è stato evidenziata la presenza nel sangue dei metalli pesanti, zinco e selenio superiori alla norma nei 400 cittadini sorteggiati, rispettando protocolli scientifici. Dunque, se questi studi dovessero essere confermati l’amministrazione comunale procederebbe con la chiusura dello stabilimento di Fratte, nonostante abbia più volte preso tempo proprio per evitare di decretarne lo stop definitivo ed immediato. I risultati degli esami di Campania Trasparente e Spes Valle dell’Irno dovrebbero essere noti entro la fine del mese di marzo e solo allora si valuterà il da farsi, per evitare continue sospensioni e chisure non definitive che potrebbero portare a nuovi iter giudiziari. Tra gli altri argomenti affrontati nel corso del vertice di maggioranza i lotti di manutenzione su cui il sindaco Napoli chiederebbe una accorciamento dell’iter burocratico necessario. Problema Auditorium, invece, ancora irrisolto a causa di alcuni problemi procedurali che andrebbero affrontati prima dell’inaugurazione.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->