Foggia, domani l’incontro per la firma

Scritto da , 15 agosto 2013
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

SALERNO. Foggia ma non solo. Sarà per l’avvicinarsi della campagna abbonamenti, sarà perché la squadra fin qui affidata a Sanderra ha destato un’impressione non certo positiva, ma Lotito ha dato una scossa importante. A suo modo, naturalmente. L’acquisto di Volpe, reduce da buone stagioni in quel di Lanciano, conferisce al centrocampo quantità e qualità. Ma soprattutto non esclude il ritorno di Mancini. I due giocatori possono tranquillamente coesistere nel 4-3-3 che immagina Sanderra. Uno a centrocampo, l’altro nel tridente offensivo. Sicuramente l’accordo con il Verona non è in dirittura d’arrivo. Lotito vuole sia Mancini che il centrocampista Esposito. In cambio è pronto ad offrire alcuni giocatori della Lazio in esubero, come ad esempio Stankevicius e Cavanda. E considerato che né Mancini che Esposito rientrano assolutamente nei piani di Mandorlini, l’operazione si può chiudere. Anche se lo stesso Mancini ha dichiarato di non essere molto ottimista sull’esito positivo della telenovela. Ma in questo momento le attenzioni di Lotito sono essenzialmente concentrate sull’affare Pasquale Foggia. L’incontro di martedì sera è stato giudicato molto positivo dalle parti. Sul giocatore, che dopo aver rescisso il contratto con il club di Dubai, è atteso in Italia nei prossimi giorni, ci sono anche alcune squadre estere. Ma Foggia, originario di Napoli, non disdegnerebbe di avvicinarsi a casa. Domani nel quartier generale della Salernitana è previsto un nuovo incontro. Probabilmente quello decisivo. Il giocatore ha già dato la propria disponibilità. E’ chiaro che l’unico ostacolo può essere rappresentato dall’ingaggio. Nei prossimi giorni dovrebbe essere formalizzato anche il ritorno di Manuel Ricci. Per il centrocampo se Esposito è uno dei nomi, non va certo tralasciata l’ipotesi Perpetuini. Il calciatore ha ancora un anno di contratto con la Lazio e non vorrebbe correre il rischio di restare fermo un anno. Magari con la promessa di un rinnovo, la situazione potrebbe sbloccarsi. Sullo sfondo resta in attesa anche Sacilotto. ieri il suo agente si è messo in contatto con Lotito per tastare il terreno. Sfumato, invece, definitivamente, Moscati che ha firmato con il Perugia. Congelato l’affare Agodirin, Lotito pensa a un grande colpo anche per rinforzare il parco attaccanti, che rischia di essere a lungo orfano di Mendicino. Non dovrebbero esserci novità per quanto concerne il reparto difensivo, anche se sul taccuino di Susini ci sono diversi nomi di difensori centrali ma che all’occorrenza possano giocare anche esterni. Molto dipenderà anche dal modulo che sceglierà Sanderra. Finora, va detto, li ha provati un po’ tutti. C’è quindi la concreta possibilità che la squadra granata in questi ultimi quindici giorni di mercato (chiusura prevista il 2 settembre alle 23, ma per gli svincolati si va avanti) possa essere completamente stravolta. E a quel punto sarebbero inevitabili alcune cessioni. Magari anche eccellenti e fin qui nemmeno ipotizzate. Intanto restano sulla graticola Grassi e Mounard, mentre per quanto concerne i giocatori in prova la loro esperienza a Salerno sembra essere terminata con la fine del ritiro di Roccaporena.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->