Fitta camera di hotel per spacciare. Mario Memoli è stato ammanettato l’altra notte: sequestrata droga e soldi

Scritto da , 26 luglio 2017

Pina Ferro

Per spacciare in maniera indisturbata e sicuro che le forze dell’ordine non l’avrebbero mai scoperto, un 29enne salernitano aveva fittato una camera presso l’Hotel Gea di Pontecagnano. Un escamotage, quello posto in atto da Mario Memoli che non gli è servito ad evitare l’arresto. L’uomo è stato ammanettato dai carabinieri della stazione di Pontecagnano in flagranza di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.I militari, nell’ambito di uno specifico servizio disposto dalla Compagnia di Battipaglia, agli ordini del capitano Erich Fasolino, hanno proceduto, poco prima dell’1 della notte tra lunedì e martedì al controllo del giovane mentre si trovava in sosta, nei pressi dell’uscita Pastena della tangenziale di Salerno, a bordo della propria Fiat Punto, sorprendendolo in possesso di 20 dosi di stupefacente, fra cocaina ed eroina, per un peso complessivo di 5 grammi, nonché della somma di 315 euro. La successiva perquisizione estesa alla camera affittata dal 29enne, come base logistica, presso l’”Hotel Gea”, ha permesso di rinvenire ulteriori 25 dosi delle stesse sostanze, per un totale di 6 grammi, una busta in cellophane contenente 10 grammi di marijuana, un bilancino elettronico di precisione e materiale vario utilizzato per il taglio ed il confezionamento dello stupefacente. Espletate le formalità di rito, Mario Memoli è stato sottoposto ai domiciliari presso la sua abitazione.

Consiglia