Fisciano, querelato il capogru

Scritto da , 3 luglio 2018
image_pdfimage_print

Querelato il capogruppo di “Cambia Fisciano”. A sporgere denuncia il sindaco e la giunta comunale di Fisciano per alcune espressioni utilizzate dal capogruppo nel corso del suo intervento in Consiglio Comunale.
“Nemmeno nei periodi più aspri dello scontro politico a Fisciano tra la DC di Gaetano Sessa e il PCI si era giunti a tanto”, dichiara il gruppo di Liberi e Uguali che esprime così solidarietà ad Andrea Landi.
“Decidere di consegnare la discussione politica e il confronto tra proposte e visioni alternative ad un tribunale è il segnale più evidente della crisi profonda del Pd di Fisciano che nonostante la maggioranza assoluta pretende di zittire e soffocare la dialettica democratica”, hanno poi aggiunto. “Traspare da questo modo di agire una concezione della politica non dissimile dalla cultura autoritaria di impronta leghista nel momento in cui la fase politica che l’Italia attraversa e confermata anche dai recenti risultati elettorali, richiederebbe -nel campo democratico- al di là dei ruoli contingenti, politiche innovative e capacità di esprimere uno stile di governo diverso. Liberi e Uguali nell’esprimere la sua vicinanza e solidarietà ad Andrea Landi, lo invita a proseguire ancora con maggiore forza il suo impegno per la comunità fiscianese e ringrazia il compagno on. Federico Conte, membro della Commissione Giustizia della Camera, che ne ha voluto assumere la difesa”, dicono infine.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->