Finchè resta memoria i monumenti non svaniscono

Scritto da , 4 Novembre 2020
image_pdfimage_print

di Giuseppe Nappo

Fosse rimasto intatto il monumento ai caduti di Pastena, il 4 Novembre del 2020 avrebbe testimoniato il ricordo centenario del territorio per i caduti nella Grande guerra. Un monumento voluto e realizzato con i contributi delle stesse famiglie dei ragazzi trapassati, cui si sommò un contributo comunale di 300 lire. Era appena terminata la Grande Guerra che le prime richieste per costruire un memoriale ai caduti furono portate all’allora parroco Don Francesco Manzo da figli e genitori di quanti partiti per il fronte non erano tornati. Il buon Don Francesco parroco di Santa M a r g h e – rita, semp r e pronto e s o l l e – cito ad affianc a r e a n c h e le sollecitazioni sociali dei suoi filiani, si attivò con le armi concesse a un prete: la preghiera.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->