Fi: ci sono Baldi e Ciccone

Scritto da , 29 aprile 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino Qualche colpo pare sia andato a buon fine per il commissario provinciale di Forza Italia Enzo Fasano. Infatti, il consigliere regionale uscente Giovanni Baldi ha sciolto la sua riserva: si candiderà nella lista azzurra e questa mattina, il suo ritorno in Forza Italia (dopo la parentesi nell’Udc) sarà ufficializzato proprio nella sua Cava de’ Tirreni, dove si sancirà anche l’accordo locale in vista delle elezioni amministrative. Insomma Baldi abbandona Cobellis ed anche l’ipotesi di un passaggio a sinistra. Il consigliere regionale – eletto con il Pdl – ritenterà la conferma in consiglio regionale con Forza Italia. Il tutto mentre i vertici azzurri sono in trattative anche con Lello Ciccone che pare ormai lontano da Ncd. Anche l’ex assessore provinciale potrebbe ufficializzare la sua decisione nella giornata di oggi. Nessun passo indietro per Sonia Senatore che smentisce una sua ritirata. «Ho offerto la mia disponibilità – afferma Senatore – e sono in campo. Qualora ci siano poi esigenze particolari, o una abbondanza di candidati, saranno fatte eventuali valutazioni. Ma allo stato sono candidata con la lista di Forza Italia». Caos tra i centristi In Area Popolare, intanto si profilano le due liste. O meglio la lista del Nuovo centro destra è in via di definizione mentre l’Udc è ancora alle prese con problemi di identità interni. Di certo Vincenzo Inverso (presidente dell’Udc salernitano) e l’assessore regionale Pasquale Sommese, seguiranno il Nuovo centro destra e l’Area popolare, qualora la componente di Ciriaco De Mita dovesse approdare nello schieramento di Vincenzo De Luca. Il problema è soprattutto salernitano dove Luigi Cobellis, rimasto orfano di Baldi, ha seri problemi nel comporre una lista autonoma. Alla formazione della quale lavorano anche il vicepresidente dell’amministrazione provinciale di Salerno Sabato Tenore ed il sindaco di Angri Pasquale Mauri ma allo stato mancherebbero i candidati. Ncd, invece, che ieri ha formalizzato il nuovo assetto partitico provinciale, dovrebbe avere in lista Pasquale D’Acunzi, Pasquale Citro (in quota Paolo Del Mese) ed il presidente del Consiglio comunale di Scafati Coppola. Rottura, invece, tra Ncd e Clemente Mastella il cui obiettivo principale sarebbe la rielezione della moglie Sandra, ora in cerca di un posto sicuro nel collegio di Benevento. L’ex leader di Ceppaloni, tra l’altro pare che abbia rotto anche con Luigi Nocera (suo ex segretario provinciale) e naturalmente con lo stesso Pasquale Citro, ora candidato con il Nuovo centro destra. «Vogliamo affrontare questa campagna elettorale cercando il massimo dialogo con i nostri elettori e affrontando la difficile sfida di radicarci sempre più incisivamente sul territorio». dice il senatore Giuseppe Esposito, coordinatore di Area Popolare ( per la provincia di Salerno. «Il nostro partito, il Nuovo centro destra, è nato da poco più di un anno ed ha la necessità – dice Esposito – di aprirsi il più possibile ai cittadini e alle realtà locali. Per raggiungere questi obiettivi ho nominato l’onorevole Guido Milanese vice-coordinatore vicario per la provincia di Salerno, Rosario Bisogno responsabile dell’aerea provinciale di Salerno e della Valle dell’Irno, Mauro Vastola per la zona meridionale della provincia e Raffaele Satiro per la zona settentrionale. Insieme alla voglia di fare e alle rispettive competenze di ognuno sono certo – conclude il senatore – che alle prossime elezioni regionali in Campania otterremo nella nostra provincia un risultato straordinario».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->