Festa della Musica a Camerota

Scritto da , 25 maggio 2017

Dopo l’alta formazione con il masterclass della clarinettista Valeria Serangeli, l’Associazione Zefiro ospita questa sera, alle ore 17, la rassegna delle scuole ad indirizzo musicale

 

Di OLGA CHIEFFI

L’ Associazione Zefiro, attivissima nella sua sede di Camerota, dopo aver promosso i master di alta formazione, preludio al festival Suoni dal Castello che si svolgerà in estate, ha organizzato per questo pomeriggio, alle ore 17, nella Chiesa di San Nicola in Camerota, la IV edizione della Rassegna Musicale per le scuole secondarie di I e II grado ad indirizzo musicale. Ci eravamo lasciati in aprile, proprio nella stessa chiesa con il concerto finale del prestigioso stage di Valeria Serangeli, che aveva rivelato diversi giovani talenti, tra cui Rosita Cammarano e la giovanissima pianista Giada Pellegrino, latrici di un primo movimento della Sonata op.120 di Johannes Brahms n°1 in Fa minore, condotto con ampiezza di respiro, profondità e ricchezza di colori, Maria Natale con Francesco Saggiomo al pianoforte per la prima romanza op.94 di Robert Schumann, eseguita con intensità e freschezza lirica, aspetto saliente della lettura di questa pagina, e ancora Carmine Grimaldi e ancora Francesco Saggiomo per il meraviglioso Adagio del concerto K622 di Wolfgang Amadeus Mozart, cui ha lanciato la sfida efficace nella sua immediatezza, con un’onestà intellettuale estranea alla ricerca di effetti di superficie, il quale ha lasciato la ribalta a Vincenzo Sgueglia per l’ interpretazione del secondo movimento del Concerto in Mi bemolle del Concerto di Carl Maria von Weber, eseguito eseguito con calcolata chiarezza e continuità di respiro, prima del gran finale, riservato al Duo composto da Gennaro Chirico e Valeria Serangeli con Francesco Saggiomo al pianoforte che si sono incontrati sul Konzertstucke opera 113 N. 1 di Felix Mendelssohn, un’interpretazione vivida e tesa, percorsa da una passione al calor bianco, incisiva nella pronuncia e del gesto strumentale, al servizio di una vivacità di fraseggio arioso e mosso, per poi suonare tutti insieme in ensemble l’ Adagio K411 di Wolfgang Amadeus Mozart e la soundtrack del film Superman di Juan A.Perez. Questo pomeriggio, avremmo dovuto vivere un pomeriggio all’aperto con tanti strumentisti in erba, provenienti dall’intero Cilento, nel teatro Kamaraton. Purtroppo, il palco della splendida arena all’aperto per ragioni di sicurezza ha subito dei danni dovuti al caldo di questi giorni e probabilmente all’azione di un fulmine durante le ultime piogge. L’ associazione ha provato a riparare il danno ma, i tempi ristretti, unita alla situazione del  comune di Camerota (al momento senza un’amministrazione) non hanno permesso questo. Speriamo che la prossima amministrazione sia vicina a tutte le attività organizzate dalle associazioni tutelando i luoghi adibiti agli spettacoli (come il teatro Kamaraton) e che le parole cultura, arte, istruzione e soprattutto, Musica, usate in questo periodo, non restino unicamente slogan vuoti per l’ennesima campagna elettorale.I ragazzi dell’ Istituto di Camerota, dell’Istituto “G.Speranza” di Centola, presente con due ensemble l’Orchestra Primula e l’Orchestra Pixum, il liceo musicale e coreutico Parmenide, unitamente al “T.Gaza” di San Giovanni a Piro, plesso di Caselle in Pittari e l’istituto omnicomprensivo Autonomia 168 di Torre Orsaia, si esibiranno, quindi, nella Chiesa di San Nicola, guidati dai loro maestri, proponendo medley di musiche da film, canzonieri, iniziati e partecipi, comunque, di quella grande gioia che è la Musica.

Consiglia