Ferì il coetaneo con un coltello, va ai domiciliari Lungo abbraccio tra i due ragazzi in Tribunale

Scritto da , 30 novembre 2016

di Pina Ferro

Da quel tragico mattino non si erano più incontrati.  C. S., dopo quel banale diverbio sfociato nel sangue, era finito in ospedale mentre il 17enne G.I., che aveva impugnato una lama, fu identificato ed arrestato. Ieri mattina, i due studenti, entrambi frequentavano l’istituto “Genovesi” si sono ritrovati l’uno di fronte all’altro nell’aula delle udienze del tribunale per i minori di Salerno. A distanza di alcuni mesi da quel maledetto giorno, la rabbia è svanita e, ieri mattina, i due studenti quando si sono rincontrati si sono abbracciati. Un gesto che ha molto commosso i presenti. C.S., difeso dall’avvocato Marina Marconi ha stretto a se il coetaneo che a febbraio scorso a seguito di una lite lo aveva ferito al collo ed all’addome con una lama.

Nel corso dell’udienza celebrata ieri, il legale dell’imputato ha chiesto, il rito abbreviato, la messa alla prova e  la misura detentiva alternativa (G.I. era agli arresti presso una comunità).

La corte presieduta da Di Florio ha acquisito le richieste e si è riservata fino a quando psicologi e assistenti sociali non redigeranno il Map – un programma di  assistenza. Intanto gli è stato concesso il beneficio dei domiciliari anche se dovrà continuare a frequentare la comunità dove sta seguendo dei progetti ad hoc. Beneficio che aveva il parere negativo del pm Ciccarelli.

Era il 14 febbraio scorso quando un banale diverbio tra ragazzi davanti all’istituto Genovesi, pare scaturito dai danni a un ombrello, degenerò in una lite. Due studenti dalle parole passarono ai fatti e spuntò un coltello. C.S. fu ferito alla gola ed all’addome dalla lama impugnata da G.I.. Il ferito fu trasportato al “Ruggi” con una ferita nella zona della giugulare e una all’addome e sottoposto un intervento chirurgico d’urgenza. L’aggressore, resosi irreperibile dopo il fatto, fu poi arrestato nel pomeriggio con l’accusa di tentato omicidio. Subito dopo il fatto, aveva lanciato il coltello, di piccole dimensioni, da un balcone ma fu poi recuperato dalla Polizia. Tra i due litiganti non c’erano già buoni rapporti.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.