Fer.Gom: c’è l’accordo; arrivano i soldi per gli operai

Scritto da , 15 aprile 2015
image_pdfimage_print

di Carmine LANDI

BATTIPAGLIA. Vertenza Fer.Gom: via il presidio; finalmente si arriva all’accordo. C’è voluto un incontro di oltre sei ore, presso la Prefettura di Salerno, per addivenire finalmente all’epilogo di una vicenda che andava avanti da ben 45 giorni.

I vertici di Cooper Standard – presenti all’incontro nelle persone del responsabile human resources di Cs Italia, Marco Camurati, e dell’amministratore dello stabilimento battipagliese, Pietro Mancuso – e della Fer.Gom stessa – rappresentata dal titolare, Gianpiero Contursi – si sono impegnati ad accompagnare economicamente tutti i lavoratori fino all’agognata erogazione della cassa integrazione guadagni straordinaria da parte del Ministero del Lavoro e dell’Inps.

Le maestranze Fer.Gom riceveranno dei soldi in anticipo secondo le modalità del TFR (Trattamento di Fine Rapporto) o delle ferialità: il tutto fino a giugno-luglio, quando poi gli ammortizzatori sociali dovrebbero cominciare ad arrivare nelle tasche degli operai.

Condicio sine qua non, tuttavia, è la smobilitazione del presidio: il gazebo dei lavoratori resterà in piedi dinanzi al cancello della Cooper Standard di Battipaglia soltanto fino a mezzogiorno di domani, quando, finalmente, i dipendenti della Fer.Gom torneranno a casa. L’ultimo atto che si svolgerà all’ombra del tendone, nella zona industriale, sarà proprio il referendum tra gli operai, che dovranno decidere – ma, naturalmente, è pressoché impossibile immaginare che prevalga il no – se aderire o meno all’accordo decretato ieri a Salerno.

Un incontro fruttuoso, dunque, che dalle 12 del mattino s’è protratto fino alle 18:30, hanno preso parte, ovviamente, anche il delegato sindacale Fim Cisl, Antonio Guglielmotti, la RSU Fer.Gom, Vito Nigro (Fiom Cgil), le temerarie RSU Cooper Standard, ossia Vincenzo Anzalone e Tonino Del Verme (Uil), Donato Vece e Michele Di Benedetto (Cgil), e Castellino Delle Donne (Cisl): dai coordinamenti provinciali, poi, sono arrivati i segretari generali Matteo Buonagiunto (Fiom Cgil) e Vincenzo Ferrara (Fim Cisl), che per l’occasione s’è fatto accompagnare anche da Peppe Pepe, ex timoniere della Cisl salernitana.

All’incontro ha partecipato anche Gerlando Iorio, presidente della commissione straordinaria che regge le sorti di Battipaglia, che ha manifestato nuovamente un’encomiabile attenzione nei confronti del territorio.

«Siamo soddisfatti – ha dichiarato ai nostri taccuini Guglielmotti – ma speriamo che le promesse vengano mantenute».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->