Far slittare i saldi estivi al prossimo 23 luglio La richiesta della Fenailp

Scritto da , 26 Maggio 2021
image_pdfimage_print

Per la Fenailp, l’inizio dei saldi estivi in Campania, dovrebbe essere fissato al 23 luglio e non il 3 come stabilito dalla Commissione Sviluppo Economico della Conferenza delle Regioni e Province Autonome. E’ questo il parere che  la Federazione Nazionale Autonoma Imprenditori e Liberi Professionisti ha espresso su invito dell’Assessorato Attività Produttive, Lavoro, Demanio e Patrimonio della  Regione Campania. Le indicazione sono scaturite dalla base associativa che ritiene il 3 luglio una data eccessivamente prematura rispetto alla riapertura dei negozi avvenuta circa un mese fa e quella dei Centri Commerciali il 22 maggio scorso. L’uniformità a livello nazionale è sicuramento un aspetto importante ma esistono delle oggettive diversità sul territorio nazionale che impongono scelte diverse. E’ da poche settimane che soprattutto per i settori dell’abbigliamento e calzature gli operatori commerciali hanno messo in vendita il campionario estivo e nel giro di pochi giorno non è possibile prevedere già degli sconti ai consumatori. “La data di inizio dei saldi è puramente indicativa, sostiene il Presidente della Fenailp Sabato Pecoraro, nel corso dell’anno si assiste continuamente a campagne promozionali e sconti, che i “saldi” hanno sostanzialmente perso il proprio significato. Ma siamo rispettosi delle regole e del parere espresso dai nostri associati e ci auguriamo che l’inizio sia fissato al 23 luglio come abbiamo comunicato alla Regione Campania.”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->