FantaExpo, un mondo di magia

Scritto da , 3 Settembre 2014
image_pdfimage_print

di Marta Naddei

Non una semplice fiera del fumetto. FantaExpo si presenta come vera e propria manifestazione di creatività, fantasia e animazione. La terza edizione di FantaExpo prenderà il via venerdì mattina presso il Parco dell’Irno di Salerno, per tentare di replicare – e superare – il successo ottenuto già con l’edizione 2013 che ha fatto registrare ben 6.000 presenze. Il biglietto costerà cinque euro e sarà valido per l’intera durata della manifestazione. Ieri mattina la conferenza stampa di presentazione dell’evento con gli interventi del presidente Angelo Recupito, dal professor Carlo Cuomo dell’università Iudav (Istitute university digital animation e videogames) e da Vincenzo De Luca, sindaco del Comune di Salerno che patrocinerà la tre giorni (dal 5 al 7 settembre) che renderà l’ex area Salid un luogo magico. «Siamo convinti che quest’anno il FantaExpo saprà soddisfare tutto il pubblico salernitano – ha affermato il presidente Angelo Recupito – e non solo, grazie ad una programmazione vasta e variegata. Ci aspettiamo un flusso di persone da tutta la regione: infatti dalle edizioni precedenti il FantaExpo è cresciuto, sotto tutti i punti di vista: abbiamo aumentato le attività, i temi, gli ospiti, insomma abbiamo creato una programmazione a 360°, eventi adatti ad ogni fascia di età, sia per bambini sia per adulti». Numerose le aree tematiche presenti alla fiera: una dedicata al celeberrimo maghetto nato dalla penna di J.K.Rowling, Harry Potter; un’area dedicata allo scrittore J.R.R. Tolkien ed il suo incantato mondo antico; un’area dedicata al Giappone; un’area Pokemon; un’area ludica dove ci si potrà sfidare ai più noti giochi da tavolo con i tornei di Risico, Seasons e Bang; infine è prevista anche una intera zona dedicata al gioco “League of legends”, allestita in collaborazione con lo Iudav. Ed è il docente dello Iudav Carlo Cuomo a sottolineare come «è bello vedere che il territorio di Salerno può essere in grado di attirare una moltitudine di persone Io sono salernitano, ma mi sono dovuto formare fuori. Il nostro obiettivo è quello di attirare le persone e promuovere questo mondo». Soddisfatto anche il sindaco De Luca:« Bisogna valorizzare questi progetti creativi- esordisce e continua- Salerno si sta proponendo come il luogo del fantasy in tutti i suoi aspetti. Apparentemente queste tematiche potrebbero interessare a pochi o solo ad una nicchia ristretta, ma in realtà questi eventi, oltre ad essere momenti di aggregazione e di formazione per molti giovani, sono un volàno per il turismo e l’economia». Tantissime saranno anche le attività che sarà possibile svolgere nel prossimo fine settimana presso il Parco dell’Irno, come ad esempio il “Cosplay contest” ed il torneo di “Yu-gi-oh”. Ma spazio anche alla solidarietà con le attività di beneficenza e raccolta fondi ed alla formazione con i concorsi fumettistici e di scrittura creativa. Infine, sono previsti anche concerti e serate a tema: si inizia subito, venerdì sera, con il “Ballo del ceppo”. Ma FantaExpo, come ogni grande manifestazione che si rispetti, avrà anche il suo ospite d’onore, ovvero l’artista giapponese, di fama internazionale, Yoshiko Watanabe che, in Italia, ha pubblicato molte storie a fumetti, partecipando anche alla realizzazione di alcuni noti lungometraggi tra cui, indubbiamente, spicca “La gabbianella e il gatto”. Ma la Watanabe non sarà l’unica ospite: insieme a lei ci saranno anche anche Mario Stilla, Alfredo Postiglione, Maurizio Merluzzo, Ylenia Di Napoli, Pino Cuozzo, Riccardo Cangini ed ancora Massimo dall’Oglio, Luna Janara, Pasquale Qualano, Nirkiop e il collettivo Art Steady.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->