Ex Ideal Standard, l’Arpac: “Pronti a collaborare”

Scritto da , 9 febbraio 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Anche l’Arpac scende in campo al fianco dei lavoratori dell’ex Ideal Standard e risponde positivamente alla richiesta inoltrata dalla Cisl di Salerno. Dopo l’Asl, anche l’agenzia regionale per la protezione ambientale, si rende disponibile ad ogni controllo e verifica necessari. E con una nota inviata al Comune di Salerno, all’Azienda Sanitaria Locale e al Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente (Noe) annuncia il suo riscontro positivo alla richiesta firmata da Matteo Buono (segretario generale della Cisl) e da Antonio Galatro (presidente dell’Adiconsum). «Questo dipartimento (di Salerno, ndr) – scrive Vittorio Di Ruocco – quale organo di supporto tecnico, è disponibile ad effettuare, qualora richiesto, eventuali sopralluoghi, congiuntamente a personale dell’Asl e del Comune di Salerno o di altri organi compatenti, per la tutela delle matrici ambientali». La comunicazione segue quella dell’Azienda Sanitaria sottoscritta dal direttore del dipartimento di prevenzione Mimmo Della Porta che avrebbe messo a disposizione una struttura presso l’azienda sanitaria di Nocera Inferiore per avviare le procedure necessarie a favore degli ex operai dell’Ideal Standard che chiedono il riconoscimento per l’esposizione all’amianto, sia durante la lavorazione che successivamente nel corso dello smantellamento dell’opificio industriale di Salerno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->