“Esprimo la nostra soddisfazione per la presenza dei turisti per il mese di agosto”

Scritto da , 3 Settembre 2020
image_pdfimage_print

Meno stranieri sulla Costiera Amalfitana, colpa delle restrizioni per evitare i contagi e con una pandemia che interessa tutto il Globo. Non c’è stato il sold out come negli anni trascorsi, ma qualcosa si è mosso e, per certi versi, ha dato speranza agli operatori turistici della Costiera Amalfitana. «Esprimo la nostra soddisfazione per la presenza dei turisti per il mese di agosto, anche se abbiamo dovuto prendere atto dell‘assenza totale degli ospiti stranieri. – afferma Salvatore Gagliano, operatore turistico della Costiera Amalfitana – In compenso va detto che gli ospiti Italiani sono stati veramente tanti e di conseguenza dopo un soddisfacente mese di luglio, il livello di agosto sia per qualità sia per quantità è stato sicuramente migliore». Risultati incoraggianti, dunque, che per certi versi hanno ribaltato previsioni che erano al limite del pessimismo. Di conseguenza meglio o peggio rispetto alle previsioni? «Guardi noi con grande coraggio pur avendo aperto la nostra attività con quindici camere in meno rispetto all’anno 2019, abbiamo assunto a partire dal 1° luglio, lo stesso numero dei dipendenti dell’anno precedente volendo rispettare le giuste aspettative di ogni singolo collaboratore. – riprende l’ex primo cittadino di Praiano – Fino al 15 giugno avevamo ricevuto solo ed esclusivamente disdette e a quel punto solo fidando sul grande ottimismo e la grande voglia di essere più forti degli eventi negativi ci ha portato con coraggio ad affrontare questa breve stagione estiva. E fino ad oggi il nostro coraggio è stato premiato avendo raggiunto risultati soddisfacenti». Settembre è appena iniziato, con la stagione che non è ancora terminata. «Certo la presenza degli Italiani è notevolmente calata ma in compenso iniziamo a vedere presenze in più di Ospiti Europei. Certo al momento paghiamo anche la chiusura della SS163 amalfitana a causa di un incendio proprio si confini dei Comuni di Positano e Praiano. Al momento non è possibile esprimere un giudizio definitivo. Ma dopo le negativissime previsioni d’inizio giugno quando era messa in discussione anche l’apertura stessa, noi continuiamo a essere ottimisti. D’altro canto noi il gravissimo ed elevato danno già l’abbiamo subito. Ora c’era solo da difendersi e sotto quest’ aspetto noi ci siamo difesi abbastanza bene. Speriamo che con la chiusura di questa stagione tutto resti alle spalle e che con la prossima stagione tutto possa ritornare come prima».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->