Erasmus+, riparte il progetto a Vietri sul Mare

Scritto da , 2 febbraio 2016

Dopo la positiva esperienza riscontrata con il progetto 2015, anche quest’anno il Comune di Vietri sul Mare, in qualità di Ente capofila, ha presentato domanda di ammissione a finanziamento nell’ambito del Programma Erasmus + 2014-2020, il Programma europeo con cui i Comuni possono promuovere iniziative progettuali in materia di istruzione, formazione, gioventù e sport. La proposta progettuale riguarda l’Azione Chiave 1 sulla Mobilità individuale ai fini dell’apprendimento ed è denominata “T.U.R.I.AR.T 2016 – Training opportUnities for young gRaduated In ARt and Tourism”

La Regione Campania è una delle regioni italiane maggiormente colpita dalla crisi. A pagare maggiormente le conseguenze di questo ciclo economico negativo sono stati i giovani: i  recenti dati Eurostat mostrano come per il target dei giovani tra i 15 e 24 anni  la Campania presenti un tasso di disoccupazione pari a più del doppio della media europea. Dall’analisi di questa situazione, il Comune di Vietri sul Mare, insieme col partenariato locale, hanno inteso l’opportunità di definire una strategia di sviluppo economico sostenibile per il territorio campano a partire dalle sue eccellenze riconosciute quali il Turismo, la Cultura e l’Ambiente. La Campania in generale e Vietri sul Mare con il comprensorio ad esso limitrofo in particolare, dispongono di un patrimonio naturalistico e paesaggistico capace di aprire nuove prospettive di sviluppo economico tramite la frontiera turismo sostenibile e dell’ecoturismo: da qui, la decisione di promuovere il progetto di mobilità transnazionale “T.U.R.I.AR.T 2016” e di replicare l’esperienza alquanto positiva del precedente progetto “T.U.R.I.AR.T”, che si avvia verso la sua conclusione.

“T.U.R.I.AR.T 2016” è volto ad offrire a 50 neodiplomati/diplomandi presso istituti tecnici e professionali campani un tirocinio di 120 giorni presso aziende ospitanti in Regno Unito, Belgio, Spagna e Irlanda. Obiettivi specifici del progetto sono quelli di espandere il cv dei partecipanti con un’esperienza di mobilità designata a permettere loro di acquisire esperienza pratica e competenze operative nello specifico settore professionale del turismo,  ecoturismo e turismo sostenibile, nonché a rafforzare  le prospettive di carriera dei neodiplomati aumentando la competitività nel mercato del lavoro e alimentando, nel contempo, un senso identità e cittadinanza europea.

Ampio il partenariato costruito in merito all’iniziativa. Molto prestigiose ed importanti per lo sviluppo progettuale futuro sono state innanzitutto  le partnership formalizzate con Confindustria Salerno e col Distretto Turistico Costa d’Amalfi; altrettanto importanti le adesione dei Comuni di Cetara, Tramonti, Agerola, Pellezzano, Lettere e Casola di Napoli e di Istituti tecnico-professionali del territorio quali il Della Corte – Vanvitelli di Cava de’ Tirreni, il Marini – Gioia di Amalfi, il COMITE di Maiori, l’Istituto Professionale per l’Agricoltura di Salerno, il Publio Virgilio Marone di Mercato San Severino, il Liceo Statale Regina Margherita di Salerno.

“Compito di un Amministratore deve essere anche e soprattutto quello di organizzare idee, progetti e programmi utili a saper cogliere le opportunità offerte fonti di finanziamento nazionali e regionali e dai Programmi Europei, in particolar modo quelli che istituiscono i fondi diretti agli Enti Locali – sottolinea l’Assessore Pagano, resosi promotore dell’iniziativa progettuale – anche perché consentono la costruzione di prestigiosi e importanti partenariati utili a conseguire sviluppi futuri alle iniziative progettuali messe in campo. Con TURIART 2016, continua il percorso tracciato già lo scorso anno finalizzato a creare quelle giuste condizioni atte a garantire un futuro un po’ più roseo a giovani che si stanno affacciando ora sul mercato del lavoro “.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->