Emergenza topi, l’Asl al Comune: «La città è completamente sporca»

Scritto da , 22 maggio 2018
image_pdfimage_print

Andrea Pellegrino

Enzo Napoli scrive all’Asl per l’emergenza ratti e l’azienda sanitaria presenta il conto al Comune. Con una lunga nota, il direttore del dipartimento di prevenzione Mimmo Della Porta ribalta la scena e replica al primo cittadino che, nei giorni scorsi, aveva sollecitato interventi di derattizzazione, dopo le numerose segnalazioni da parte di consiglieri comunali, cittadini ed amministratori di condominio. Interventi che per l’azienda sanitaria sono in programma e saranno, per quanto di conseguenza, eseguiti in tempi brevi. Ma per Della Porta non mancano responsabilità da parte del Comune. Non fosse che proprio il sindaco è autorità sanitaria sul territorio con il conseguente potere di ordinanza. Atti che potrebbero contenere l’emergenza in città. E Della Porta elenca tutte le criticità e le attività di bonifica degli ambienti pubblici. Quindi una migliore gestione delle aree pubbliche e delle zone a verde con «il taglio dell’erba, la potatura degli alberi econ l’eliminazione di rifiuti urbani»; ancora una attenta gestione delle reti fognarie: «prevedendo lavaggio periodico e pulizia delle caditoie»; poi pulizia delle strade e riqualificazione di alcune aree pubbliche e delle strutture in disuso. Attenzione, poi, agli animali randagi e naturalmente ad una raccolta dei rifiuti più attenta e precisa. Infine provvedimenti che obblighino i privati a mantenere i propri ambienti più salubri. Insomma l’Asl consiglia una «città più pulita» e rassicura: «La derattizzazione si è fatta e si farà».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->