Emendamenti, la battaglia del Movimento 5 stelle e di Forza Italia in Regione

Scritto da , 20 Dicembre 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Recuperare le richieste degli emendamenti presentandole, in forma invariata o modificata, sotto forma di subemendamenti quando l’assemblea regionale campana si riunirà mercoledì prossimo per approvare i provvedimenti legislativi su bilancio e legge di stabilità. E’ a questo che stanno lavorando le opposizioni, Fi da una parte e il M5S dall’altra, per dare battaglia in aula alla maggioranza di centrosinistra. Soprattutto per reagire alla spinta accelerativa impressa sabato scorso con la presentazione di un maxiemendamento al disegno di legge sulla stabilità. Dal fronte azzurro, i forzisti stanno lavorando sulla ripresentazione sotto forma di subemendamenti, dei ben sessantamila (presentati per la prima volta tutti in forma digitalizzata, quindi senza spreco di carta) subemendamenti. Tra questi quello che chiede all’esecutivo di ridurre del 20% la Tari. Dal fronte pentastellato, il capogruppo Tommaso Malerba sta preparando in primis una battaglia contro i vitalizi e “contro tutte le storture inserite dalla giunta nella legge”. I consiglieri del M5S sono quasi certi che De Luca chiederà la fiducia perché, sottolinea Malerba, “non si fida della sua maggioranza”. Nel Movimento 5 Stelle, Gennaro Saiello prepara la battaglia e chiede la convocazione urgente della commissione bilancio, prima naturalmente del consiglio regionale.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->