Emanuele Sacco, paladino della sanità: candidato con i Moderati per Salerno

Scritto da , 7 maggio 2016

“La politica deve sostenere la crescita del territorio. E’ fondamentale il rapporto tra Università, Politica e Sanità per creare delle opportunità, soprattutto per noi giovani. Salerno merita queste opportunità che possono essere offerte anche dalla nostra Facoltà di Medicina e Chirurgia ”. Lo ha affermato con emozione, ma con determinazione, il ventitreenne salernitano Emanuele Sacco, candidato al Consiglio Comunale nella lista “Moderati per Salerno” che sostiene Vincenzo Napoli Sindaco, durante il convegno:” Facoltà di Medicina, nuove opportunità per Salerno”, organizzato nella sala convegni del complesso di Santa Sofia, nell’ambito della VII edizione di “VinArte”, un evento culturale dove si parla del buon vino, ma anche di cultura e di arte in generale, organizzato dal dottor Michele Caprio, presidente dell’’associazione culturale “Salerno Attiva” che ha salutato i circa trecento presenti che hanno incoraggiato con il loro applauso il giovane Emanuele, figlio del dottor Francesco Sacco e della dottoressa Lucy Giliberti. Emanuele Sacco frequenta la Facoltà di Farmacia all’Università di Salerno e ha una grande passione per la politica: ” Mi è stata tramandata da mio nonno e da mio padre”. Ama Salerno:” L’amore per la mia città mi ha spinto a propormi. Credo fortemente di poter offrire un tangibile contributo per riuscire a dare una visione sempre più internazionale alla nostra città, e alla nostra università che deve intessere sempre più stretti scambi culturali con le altre università europee ed extraeuropee. Questa è la sfida che la globalizzazione ci chiede. A dieci anni dalla nascita, possiamo dire che la nostra Facoltà di Medicina è cresciuta, nonostante tutte le difficoltà. Oggi è all’avanguardia e offre tante opportunità soprattutto a noi giovani. Dobbiamo valorizzare la nostra grande tradizione della Scuola Medica Salernitana che il mondo ci invidia”. Moderati dalla giornalista Rita Occidente Lupo sono intervenuti: il professor Mario Capunzo, Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università di Salerno che ha ribadito:” La Facoltà di Medicina deve offrire al territorio delle opportunità di crescita, sia dal punto di vista scientifico, sia culturale, ma soprattutto dal punto di vista del servizio al cittadino. Contiamo di riuscire a dare queste opportunità attraverso la collaborazione con i medici ospedalieri che sono fondamentali per la ricerca, per gli studenti e per le esperienze di formazione che riescono a offrire. I nostri studenti sono stati quarti in Italia per le specializzazioni. Anche l’assistenza è migliorata e molti cittadini di Salerno oggi possono fare il trapianto di rene e di midollo che prima dovevano fare fuori Regione o fuori dall’Italia. La migrazione sanitaria comincia quindi a ridursi e noi dobbiamo fare in modo che Salerno sia un punto di eccellenza e di riferimento per tutti. Abbiamo rinominato il “Dipartimento di Medicina e Chirurgia”, in “Dipartimento di Medicina, Chirurgia Odontoiatria, Scuola Medica Salernitana”. Dobbiamo agire nel solco di questa importantissima tradizione e fare in modo che ci sia una struttura che organizzi congressi e convegni che ospitino migliaia di convegnisti determinando così una ricaduta economica sul territorio. Sono contento che un giovane come Emanuele Sacco cominci la sua attività politica proponendosi in difesa di una realtà importantissima qual è la Facoltà di Medicina”. Il professor Luigi Califano, Direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università Federico II di Napoli ha ricordato che Salerno:” Rappresenta una sorta di piccolo miracolo: è una città in piena crescita, in piena evoluzione e aver creato qui una realtà universitaria di Medicina e Chirurgia è di particolare importanza perché formare i giovani medici e quelli che costituiscono le professioni sanitarie rappresenta un’opportunità per questa città: non solo nel senso di formare questi giovani, ma anche nel senso che i migliori potranno restare e occupare delle posizioni di prestigio nel sistema sanitario regionale. Dovete essere orgogliosi di avere dei giovani come Emanuele Sacco che sono disponibili a mettersi in discussione per offrirsi alla vostra città e farla ricrescere”. L’Onorevole Guido Milanese ha messo in risalto l’impegno di Emanuele Sacco:” E’ uno che in questo momento si mette in gioco per un impegno politico sulla città: parte con una discussione seria sulla sanità e mi sembra il modo migliore per presentarsi al suo elettorato. Emanuele è un ragazzo dalla faccia pulita che rappresenta validamente tutto un panorama politico e sociale che insiste su Salerno”. Il Sottosegretario alla Difesa, l’Onorevole Gioacchino Alfano, ha raccontato la sua esperienza politica e dato dei consigli al candidato Sacco:” Ti auguro di poter fare politica così come l’ho fatta io: per puro spirito di servizio, per fare qualcosa di buono per la tua città che in questo momento, pur avendo assunto una proiezione ultraregionale, può dare ancora molto anche grazie alle nuove leve, ai giovani come te che si mettono in gioco ”. Anche il Sindaco Vincenzo Napoli è passato per salutare il giovane candidato:” Un giovane che si cimenta in una iniziativa importante con le capacità professionali adeguate. Fa parte di quella classe dirigente che si candida a essere il nostro futuro. Siamo orgogliosi di questa gioventù che ci aiuta e ci supporta, dandoci idee e spunti nuovi. Auguriamo a Emanuele il successo che merita”.

Consiglia