Ecco i cento stands di Buongiorno Italia

Scritto da , 28 novembre 2014
image_pdfimage_print

Taglio del nastro senza De Luca. Hanno aperto i battenti ieri i mercatini natalizi di Buongiorno Italia che anche quest’anno sono approdati a Salerno fra le tante tappe nelle grandi città di Milano, Roma, Torino, Napoli e Bologna. Assente il primo cittadino e a prendere parte all’evento in rappresentanza del Comune di Salerno sono stati l’assessore Ermanno Guerra e il vicesindaco Eva Avossa che hanno illustrato il programma dei mercatini natalizi per quest’anno. Tanti cambiamenti e tante evoluzioni rispetto all’anno scorso. A partire dagli stand che sono passati dal rosso Natale alla versione “baita” in legno. Cento stand per valorizzare la parte della città che solitamente nel periodo natalizio è meno curata, per far sì che i visitatori possano avere una maggiore attrattiva per ampliare inoltre le aree di passeggio così da creare meno ingorghi. Nell’arco di quest’anno è aumentato il numero degli espositori salernitani che condividendo l’evento della scorsa edizione hanno deciso quest’anno di introdursi nel mondo della fiera natalizia. Un modo quindi per far girare l’economia anche nelle aziende locali che hanno fornito il materiale per costruire le casette in legno, per la sicurezza alimentare e per il potenziamento degli impianti idrici. Un’aggiunta di quest’anno è il sistema sonoro con melodie natalizie. L’affitto dello stand al giorno si aggira intorno agli ottanta euro, l’intera fiera si sponsorizza autonomamente ad un prezzo totale di centocinquantamila euro. «Questo investimento è un modo per portare ad avere più risorse sul territorio» – afferma Francesco Ferrara, membro dell’organizzazione di Buongiorno Italia – «Per quanto riguarda le polemiche della prima edizione affermo che il Comune di Salerno ha provveduto alla derattizzazione e che anche quest’anno, come quello precedente c’è una totale sicurezza igienica, le casette sono sigillate e ci sarà il servizio di vigilanza notturno». Così parte la seconda edizione di Buongiorno Italia che accompagnerà la città nel suo clima natalizio fino al 6 gennaio. Ma le polemiche sono nuovamente dietro l’angolo. Francesca D’Elia

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->