Ecco Bocchetti, ora è caccia a un bomber

Scritto da , 8 gennaio 2015
image_pdfimage_print

di Fabio Setta

SALERNO. Dopo Perrulli ecco il secondo acquisto del mercato di gennaio. Nella giornata di ieri la Salernitana ha chiuso la trattativa con la Paganese per il difensore Antonio Bocchetti. Il difensore ex Napoli, Frosinone e Pescara arriva a Salerno in prestito con diritto di riscatto obbligatorio, in pratica un accordo fino a giugno del 2016 a cifre importanti per la categoria. Motivo per cui la Paganese, nonostante il niet del tecnico Sottil, ha deciso di privarsi del giocatore. La Salernitana ha deciso di puntare su Bocchetti dopo che Lotito ha stoppato l’arrivo di Aronica. Non è un mistero che la prima scelta di Fabiani fosse proprio il difensore appena svincolatosi dal Palermo e assistito da Alessandro Moggi. Proprio in virtù degli ottimi rapporti tra Fabiani e Moggi l’operazione era pressoché chiusa, ma Lotito, scettico sulle condizioni fisiche del calciatore, fermo da tempo, e sull’onerosità dell’operazione ha di fatto stoppato il dg. Da qui a prendere Bocchetti, sfruttando l’asse con il dg azzurrostellato D’Eboli, è stato un passo piuttosto breve. La notizia, nell’aria già dopo Natale ha trovato conferme nei giorni scorsi fino ad acclararsi con il primo allenamento sostenuto dal giocatore nella mattinata di ieri agli ordini del tecnico Menichini. Per il momento non sono previste contropartite tecniche. Anche se la Paganese è interessata oltre che a Mounard e Ginestra anche al portiere Russo. Di contro Fabiani ha praticamente bloccato l’esterno destro Vinci, che potrebbe rivestire i panni del vice Colombo, soprattutto dopo che le trattative per Calvarese del Catanzaro e Frabotta della Lupa Roma sembrano essersi impantanate. Ma la Salernitana è attiva anche per rinforzare centrocampo e attacco. Serve un rinforzo in mediana e Frara e Buzzegoli sono due nomi spendibili, così come Damonte del Messina. Potrebbe, invece, partire Giandonato che ha qualche offerta da squadre di Lega Pro. Più ad ampio raggio il discorso che riguarda l’attacco. Le non perfette condizioni fisiche di Mendicino, richiesto da Lanciano e Pistoiese e le prestazioni a dir poco deludenti di Gabionetta, il cui addio non è a questo punto da escludere, potrebbero cambiare le strategie della società granata. Se il brasiliano dovesse tornare a Parma sempre dalla Paganese potrebbe arrivare Herrera. Mazzeo sembra ormai irraggiungibile. Ma in ogni caso la sensazione è che arriverà anche una prima punta. Le piste Succi e Ardemagni sembrano davvero percorribili. Senza dimenticare il solito Sforzini che ad ogni mercato ormai è un nome spendibile per la Salernitana.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->