“E’ un passo avanti verso una giustizia giusta per tutte le vittime di reati gravi”

Scritto da , 19 Novembre 2020
image_pdfimage_print

di Pina Ferro

«Da circa un anno in Italia è in vigore la riforma del rito abbreviato, ossia il divieto per chi commette reati puniti con l’ergastolo (come per esempio omicidio premeditato o stupri seguiti da omicidi) di poter ottenere automatici sconti di pena fino ad un terzo. Oggi davanti alla Corte Costituzionale è in discussione la legittimità di questa norma, che rischia pertanto di essere annullata». É il commento allarmato dell’avvocato Elisabetta Aldrovandi, presidente dell’osservatorio nazionale Sostegno Vittime, punto di riferimento per i familiari delle vittime di violenza.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->