Due milioni di euro per Salerno e provincia

Scritto da , 10 agosto 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Arrivano i fondi regionali e la provincia di Salerno incassa parecchio. A partire proprio dal capoluogo provinciale che prende 150mila euro per “Linea d’ombra”. Stessa somma per il “Premio Sele” di Oliveto Citra. Centocinquantamila euro anche per il progetto “Viviamo Camerota e il Cilento” e per “Le luci della ribalta 2016” di Padula. Ancora massimo del finanziamento anche al Comune di Torchiara che organizza il “Festival dell’alto Cilento”.    Segue Contursi Terme con la XX edizione del “Premio Contursi Terme” che riceve uno stanziamento di 140mila euro; ancora Cava de’
Tirreni (130mila euro) con “Le Corti del- l’artefestival”. Teggiano con la “Tavola della principessa Costanza” conquista 100mila euro. Centoquarantamila euro anche a Vallo della Lucania per la III edizione del “Festival delle identità culturali”.
Pioggia di finanziamenti per la Costa d’Amalfi: 540mila euro in tutto, da Vietri sul Mare a Positano, per alcuni degli eventi più rappresentativi dei comuni della Divina. E’ Minori a usufruire del maggiore finan- ziamento nell’area “Eventi di rilevanza internazionale”: 120mila euro per “Le vie dell’arte e del palato in Costa d’Amalfi”, nell’ambito del ventesimo anniversario del Gusta Minori. Il progetto è stato pre- sentato in partenariato con gli altri comuni della Divina Costa.
Seguono Positano e Furore con 110mila euro per “Positano Premia la Danza”, “Leonide Massine” e il “Marmeeting”, tuffi dalle grandi altezze a Furore. Per la categoria “Iniziative promozionali sul territorio re- gionale” prima classificata in assoluto, con il punteggio di 81,07, è Amalfi col Ca- podanno Bizantino (31 agosto-1° settembre) a cui è stato riconosciuto un finanziamento di 40mila euro. Stessa cifra per Estate in Villa e Estate Classica 2016 a Vietri sul Mare (il progetto è stato presentato insieme al Comune di Corbara), per l’ottavo concorso di Canto lirico “Ravello Città della musica” – Premio Wagner, per il Santarosa Conca Festival e per “Atrani stelle divine”. Ventimila euro al Comune di Montecorice, dove si organizza il “Win jazz festival”; 50mila euro per la “Voci dal Sud” di Sant’Arsenio” e per la XII edizione di “Settembre ai fichi” di San Mauro Cilento. Stessa somma per il “Villammare Film Festival” di Vibonati e per la “Grotta briganti e cacio” di Monte San Giacomo; 40mila euro a Controne per il “Premio ExtraAl- burno” e per il “Natale ad Eboli”, ed ancora per “I Concerti del lunedì” di Pisciotta. Tra gli eventi esclusi c’è il Paestum Festival. Inammissibile anche la proposta di Pollica ed il “Meeting del Mare” di Sapri. Non
raggiunge il risultato neppure l’Amalfi Coast presentato dal Comune di Maiori. Anche la collaudata manifestazione “Scala incontra New York” è fuori dal finanzia- mento. Stessa sorte per la “Luci dell’Irno” promosso dal Comune di Baronissi. Fuori anche le proposte progettuali presentate da Scafati e da Pagani. Non accede al contributo neppure la XXV edizione di Baccanalia organizzata dal comune di San Gregorio Magno, così come l’evento “Strabilandia” di Bellizzi. Ancora la Festa di Materdomini di Nocera Superiore e il Villaggio dei Sapori di Pontecagnano Faiano.
Intanto in considerazione del gran numero di domande e nel rispetto della graduatoria stilata in base ai parametri previsti, il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha chiesto all’assessore Corrado Matera, nel quadro della promozione turistica dei territori della Campania, di verificare le possibilità di ulteriore scorrimento della graduatoria stessa.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->