Droga, in 19 rischiano il processo

Scritto da , 5 dicembre 2017

Pina Ferro

Accusati di vendere droga per lo sballo del sabato sera, ora i destinatari dell’ordinanza cautelare rischiano il processo. Per le 19 persone indagate, (in dodici finirlo in manette) il pubblico ministero della Procura di Salerno, Elena Guarino, ha chiesto il rinvio a giudizio. Tutti domani compariranno dinanzi al gip del tribunale. Il blitz scatto nello scorso mese di giugno. I carabinieri della compagnia di Eboli. In carcere finirono Vincenzo Mangini, 41 anni, di Buccino; Mamdou Jaiteh, 30, gambiano, profugo richiedente asilo ospite del centro di Sicignano degli Alburni. Otto finirono ai domiciliari: M.V 38 anni; Renato Gallucci junior, 24, di San Gregorio Magno; Giuseppe Parrilli, 23, di San Gregorio Magno; Nicol Murano, 26, di Buccino; Gianvito Marottoli, 25, di Buccino; Giovanni Iuzzolino, 22, di San Gregorio Magno; Nunzio Leo, 40, di San Gregorio Magno; Dario Visca, 36, di San Gregorio Magno. Due, gli indagati colpiti da obbligo di dimora nel paese di residenza: Emanuele Lisanti, 40, di Buccino; Gaetano Iuzzolino, 37, di San Gregorio Magno. I provvedimenti scaturirono da una complessa indagine condotta dalla Compagnia di Eboli e dalla Stazione di Buccino, avviata nell’aprile 2016. In particolare l’attività investigativa, svolta attraverso metodi tradizionali supportati da attività tecniche e mirati servizi dinamici, resi ancor più difficili a causa del contesto territoriale, consentì di documentare le responsabilità degli indagati in ordine a numerosi episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto hashish e marijuana, in parte approvvigionata da un uomo di un centro a nord di Salerno e in parte nell’hinterland napoletano che successivamente veniva venduta a Buccino e San Gregorio Magno a diversi giovani. Inoltre fu individuato tra i principali spacciatori un migrante originario del Gambia, richiedente asilo politico e alloggiato nel “Park Hotel” di Sicignano degli Alburni, dedito allo spaccio di hashish e marijuana nel centro di accoglienza. Nel corso dell’indagine, furono arrestate in flagranza 4 persone per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->