Donne al lavoro: grazie al Banco di Napoli

Scritto da , 10 luglio 2014

Un progetto per far incontrare le necessità occupazionali di giovani donne svantaggiate e di dare la giusta assistenza domiciliale agli anziani non più autosufficienti. Questo il nobile intento della Cooperativa sociale San Paolo assieme alla Caritas zonale, che dando vita alle due iniziative “Donne al lavoro”, realizzata grazie al contributo economico del Banco di Napoli di Salerno, che ha visto scendere in campo in prima persona i direttori Domenico Manzi e Marcello Fascina, e “Anziani mai soli”, ha fatto incontrare con successo le due esigenze. Grazie all’aiuto dell’istituto di credito, infatti, è stato possibile finanziare dei corsi riconosciuti dalla Regione Campania, attraverso l’ente formativo Arfos, per la qualifica di operatore Socio Sanitario. Le ragazze che nel pomeriggio di ieri, presso il Convento dei Frati Cappuccini, hanno ricevuto il diploma di qualifica, verranno poi inserite nel circuito del progetto “Anziani mai soli”, nell’ambito del quale presteranno assistenza domiciliare con tariffe agevolate e, per le fasce sociali più deboli della terza età, in maniera completamente gratuita. «Finanziando questo progetto sociale – hanno dichiarato Manzi e Fiscina – abbiamo voluto tendere una mano alle donne in difficoltà, dando loro una possibilità di lavoro che altrimenti sarebbe loro negata. In questi tempi si parla sempre male degli istituti bancari ed è bello che si possa mostrare anche il loro volto “umano”, impegnandosi nella costruzione di una società migliore». Entrambi i progetti sono stati fortemente voluti e sostenuti dall’ex presidente della Caritas Zonale Pastorano-Fratte-Brignano, Padre Ottorino Vanzaghi e da tutti i parroci della Forania. In quattro anni dalla nascita, i due progetti hanno portato già alla formazione 15 ragazze salernitane, qualificandole per l’assistenza completa domiciliare nei confronti di anziani non autosufficienti «Un ringraziamento particolare va a Suor Giuliana Galli di Compagnia San Paolo di Torino – ha dichiarato Roberto Romano, responsabile del progetto per la cooperativa sociale San Paolo – per il suo costante impegno a favore delle donne. Ai direttori di Banco di Napoli, Domenico Manzi e Marcello Fascina, ai dirigenti di Intesa San Paolo e alla dottoressa Auteri di Alleanza Toro per il sostegno offerto a favore dell’iniziativa». Le iniziative promosse dalla cooperativa San paolo non si fermano qui: grazie allo sportello di ascolto e di assistenza psicologica ospitato della chiesa di Nostra Signora di Lourdes a Matierno, grazie all’impegno quotidiano della dottoressa Antonietta Scafuti e della psicologa Pamela Ursoleo, le donne in difficoltà possono trovare qualsiasi tipo di assistenza, da qualla legale a quella fiscale, al doposcuola gratuito per i piccoli alunni, fino all’accompagnamento in percorsi si aiuto psicologici più complessi (f.c.)

Consiglia