Di Tacchio il perno, Gigliotti la sorpresa, Bocalon il cecchino

Scritto da , 13 novembre 2018
image_pdfimage_print

di Marco De Martino

E’ tempo di bilanci, seppur provvisori, in casa Salernitana. La lunga sosta, di circa venti giorni, che i granata rispetteranno dà modo di spulciare numeri e statistiche fatti registrare in queste prime dodici giornate dai calciatori.
I PIU’ PRESENTI Escludendo Alessandro Micai, unico calciatore della rosa sempre impiegato e mai sostituito, sono Francesco Di Tacchio e Tiago Casasola gli elementi più utilizzati da Stefano Colantuono. Il centrocampista conta dodici presenze su dodici (undici da titolare) con ben 1009 minuti giocati. L’argentino segue a ruota con undici presenze (dieci da titolare) e 945 minuti giocati. Ai piedi del podio il nome che non t’aspetti, quello di Guillaume Gigliotti, con 810 minuti giocati e nove presenze su nove dall’inizio. Un dato assolutamente significativo per un calciatore arrivato in sordina in granata e che si sta facendo apprezzare per la sua duttilità e la sua continuità.
I MENO PRESENTI Nicola Bellomo, con soli 11 minuti giocati è il calciatore meno impiegato, escludendo naturalmente chi non è mai sceso in campo, ovvero Francesco Orlando, il secondo portiere Vannucchi ed i lungodegenti Bernardini e Rosina. A deludere le attese della vigilia sono però due elementi arrivati con grande clamore nello scorso mercato estivo e che invece hanno inciso pochissimo, almeno finora. Solo 4 presenze e 307 minuti giocati per Djavan Anderson, mentre Davide Di Gennaro ha all’attivo 7 presenze (4 dall’inizio) e soltanto 301 trascorsi sul rettangolo verde. Peggio di lui hanno fatto solo Odjer (282 minuti), Vuletich (234 minuti), Palumbo (93 minuti), Andrè Anderson (36 minuti) ed appunto Bellomo.
I PIU’ EFFICACI Riccardo Bocalon è sicuramente il calciatore più efficace della Salernitana. Considerando il tempo trascorso in campo, 536 minuti (11 presenze, solo 5 dall’inizio), ed i 5 gol siglati, il Doge ha una media realizzativa di un gol ogni 107 minuti. In pratica poco più di un gol a partita. Anzi, con 5 gol fatti sui 9 tiri in porta totali, Bocalon ha una percentuale di successo di più del 50%. Buono anche l’apporto, sotto forma di cross sfornati, da parte di Casasola e Vitale. Il primo ha una media di 5 cross a partita (55 totali) ed il napoletano di 5,4 cross a partita (in tutto 38 in sette presenze). Nonostante i pochi minuti giocati, Davide Di Gennaro detiene la palma di assistman: 2 come Lamin Jallow.
I PIU’ IMPRECISI Sono Milan Djuric e Lamin Jallow, i quali nonostante 20 tiri totali a testa hanno centrato la porta solo una volta (Jallow contro l’Hellas). Gran tiratore è anche Di Tacchio che ha effettuato 19 conclusioni totali realizzando 2 reti. Gli unici a non tirare mai verso la porta avversaria sono Schiavi, Perticone, Bellomo e, naturalmente, l’estremo difensore Micai.
GLI IMBATTUTI Con Andrea Mazzarani e Marco Migliorini in campo la Salernitana è imbattuta. Il primo ha collezionato 2 vittorie e 2 pareggi nelle sue 4 presenze, il difensore invece conta 4 vittorie e 3 pareggi nei suoi 7 gettoni.
LA COOPERATIVA DEL GOL E… DEI GIALLI La Salernitana ha ben 8 calciatori che hanno messo a segno almeno un gol in questa stagione, ma ha soprattutto qualcosa come 16 elementi che hanno incassato almeno un cartellino giallo. Un dato questo che fa della squadra granata la compagine più indisciplinata della cadetteria. Ad indorare la pillola il computo dei cartellini rossi, uno solo ed a gara conclusa, ovvero quello di Schiavi nel match di Cremona.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->