Detenuto ai domiciliari attinto al petto da 3 fendenti

Scritto da , 24 Luglio 2019
image_pdfimage_print

di Pina Ferro

E’ caccia all’uomo che ieri mattina, a seguito di un’accesa discussione, ha affondato una lama nel corpo di Serse S. detenuto al regime degli arresti domiciliari ed al momento ricoverato nel reparto di Chirurgia d’urgenza d e l l ’ o s p e d a l e “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno. Sull’episodio sono in corso indagini da parte degli uomini della Squadra di Salerno che da ieri sono anche alla ricerca dell’autore del gesto. L’episodio è stato registrato nel popoloso quartiere di Mariconda, periferia ovest del capoluogo. Stando ad alcune indiscrezioni, non confermate da organi ufficiali, sembra che presso l’abitazione del detenuto si sia recato un uomo con l’intento ufficiale di fargli visita. Cosa questa già molto strana perchè a coloro che sono ai domiciliari è consentita la visita solo di persone autorizzate dall’autorità giudiziaria. Sempre secondo indiscrezioni, sembra che tra i due sianata, all’improvviso, un’accesa discussione. Sono volate parole grosse. Poi all’improvviso è spuntato un coltello. Tre i fendenti che sono stati affondati nel torace del detenuto, pare che uno abbia sfiorato il polmone.Subito dopo aver colpito S.S., l’aggressore si è rapidamente allontanato riuscendo a far perdere le proprie tracce Scattato l’allarme, sul posto sono intervenuti gli uomini della Questura di Salerno e un’ambulanza del 118 che ha provveduto a trasferire in ospedale il ferito. Gli uomini della Squadra Mobile, dopo aver effettuato i rilievi del caso presso l’abitazione di S.S. si sono recati presso il nosocomio di via San Leonardo dove hanno raccolto la testimonianza del ferito. Intanto, proseguono le ricerche dell’aggressore che quasi certamente ha già un’identità.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->