Dermatologia a Cava: «I pazienti del “Ruggi” non saranno abbandonati»

Scritto da , 3 novembre 2017

di Erika Noschese

Il reparto di dermatologia verrà trasferito dall’ospedale Ruggi al nosocomio Santa Maria dell’Olmo di Cava de’ Tirreni. La Direzione Generale dell’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona precisa che nel nuovo atto aziendale è specificato che l’azienda doveva individuare profili di offerta organizzati per intensità di cura e per vocazione di ciascuna sede ospedaliera e definire un modello a rete dell’assistenza in un’ottica di razionalizzazione dell’erogazione delle prestazioni così da poter eliminare duplicazioni e frammentazioni ma anche ottimizzare la logistica e l’offerta strumentale secondo criteri di economia di scala così da poter ridurre la variabilità dei comportamenti clinici e prescrittivi secondo criteri di economia di know how, garantendo, nel contempo, la qualità e l’equità di accesso. La scelta del trasferimento è riconducibile alla similarità dei bisogni e l’intensità di cure richieste piuttosto che la contiguità tra patologie afferenti ad una disciplina specialistica. Il reparto di dermatologia presso il Ruggi garantirà le attività ambulatoriali per la diagnosi e la cura delle malattie della pelle, le malattie veneree e allergologiche, oltre ad effettuare diagnosi e terapia di primo livello delle patologie oncologiche della pelle, quali tumori cutanei, melanomi, diagnosi e terapia psoriasi. Presso il Ruggi resterà attivo un ambulatorio di chirurgia plastica due volte al mese. Inoltre, presso il reparto Day hospital di gastroenterologia del Ruggi sarà assicurata la presenza di un dirigente medico della Uoc di Dermatologia una volta al mese, per i trapianti di fegato. Lo stesso accadrà per i trapianti di rene in cui, una volta al mese, sarà presente un dirigente medico della Uoc di Dermatologia presso il Day hospital della Chirurgia dei trapianti del Ruggi una volta al mese. Per garantire la multidisciplinarità necessaria per studiare la psoriasi correlata alle patologie reumatiche, un dirigente medico della Uoc di Dermatologia garantirà la sua presenza presso l’ambulatorio di Reumatologia del Ruggi. Inoltre, la Uoc di dermatologia garantirà, previ accordi con le varie Unità operative del Ruggi, eventuali consulenze per pazienti in ricovero ordinario. Questa nuova organizzazione dei reparti permetterà dunque ai medici di avvicinarsi ai pazienti, garantendo la loro presenza al Ruggi.

Consiglia