Deceduta la mamma di Niky Frascisco, il ragazzo che vive su una barca

Scritto da , 8 dicembre 2012

 La storia di Niky Frascisco, l’ex bambino ormai adolescente  che da  nove anni vive in barca sul Walkirye da quando  ha scoperto di soffrire di asma intrinseca, è nota a tutti. Meno nota è la storia di sua madre Paola Giacotto, la mamma di Niky, una donna speciale  che  ha lasciato la sua casa sull’acqua  per sempre. Dopo aver combattuto, come soltanto lei sapeva fare, otto mesi  con la malattia  feroce del terzo millennio,  ha lasciato  il suo ultimo respiro  nel mare di Gaeta.

Lì  nel porto di Gaeta ha vissuto questi ultimi mesi dopo essere stata  un vulcano di idee , sempre acceso nel Mediterraneo, dopo aver  corso  sulla sua moto  con  i grandi del motociclismo italiano, dopo aver lasciato le valli e i monti della sua amata terra  novarese e valsusana, per salvare la vita del figlio grazie allo iodio del mare, dopo aver  combattuto con Ministeri, enti , con la scuola  della presenza per rendere possibile una  scuola a distanza non solo per Niky suo figlio, ma per tutti coloro che  non potevano frequentarla  in aula ,   il suo cuore ha smesso di battere.

La piangono in tanti, ma soprattutto i ragazzi  che amava  quanto e come suo figlio Niky, i ragazzi del Liceo Scientifico “F. Severi” di Salerno, che Niky frequenta da tre anni, i bambini di Capaci, dove Niky  ha frequentato le  scuole primarie e medie,  gli amici e le  amiche di ogni porto , intere famiglie  che sono state  sul Walkirye  e dintorni a ideare e realizzare progetti per il futuro. La Guardia di Finanza  che da sempre  ha ospitato la  famiglia Frascisco nei porti italiani ha allestito una camera ardente nei locali della caserma “Bausan” di Gaeta che sarà aperta dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19. I funerali si terranno lunedì alle 11,30 nella chiesa della Santissima Annunziata, sempre a Gaeta.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->