Decadenza dalle cariche federali, la Federcalcio dà ragione a Lotito

Scritto da , 10 aprile 2014

Niente decadenza per Claudio Lotito, né dalla carica di consigliere federale né da quella di presidente della Lazio. Questa la conclusione a cui è giunta la Federcalcio, dopo un approfondimento giuridico delle norme. Il riferimento è alla decisione della Cassazione, che – in relazione al reato di omessa alienazione di partecipazioni societarie imputato a Claudio Lotito – ha rinviato la sentenza alla Corte d’Appello, esclusivamente per quanto riguarda la rideterminazione della pena. “La sentenza impugnata va annullata senza rinvio per estinzione dei reati di manipolazione del mercato e ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche dovuta al maturarsi della prescrizione – si legge nelle motivazioni della Corte Suprema – nonché col rinvio, limitatamente al profilo della rideterminazione del trattamento sanzionatorio, in relazione al reato di omessa alienazione di partecipazioni”

Consiglia