De Luca: se Ingroia si candida non torni in magistratura

Scritto da , 17 dicembre 2012

”Antonio Ingroia avrebbe chiesto l’aspettativa per motivi elettorali. Ma se è  vero, il magistrato Ingroia dovrebbe garantire ai cittadini che non chiedera’ di essere reintegrato nella magistratura al termine del suo mandato in Parlamento”: lo afferma Vincenzo De Luca (Pd), sindaco di Salerno, riferendosi alla possibile discesa in campo del pm palermitano. ”Questo – sostiene l’esponente bersaniano – e’ un principio che dovrebbe valere per Ingroia e per tutti i suoi colleghi magistrati che decidano di candidarsi: perche’ l’appartenenza a uno schieramento politico ne lede la necessaria autonomia. L’indipendenza della magistratura Š stata prevista dai padri costituenti come garanzia per i cittadini e non come garanzia per i giudici. Una volta rotto questo ‘patto’ – prosegue De Luca – non si dovrebbe avere piu’ per il magistrato la possibilit… di tornare al precedente mestiere. Mi pare un principio elementare a tutela di ogni cittadino che un giorno potrebbe trovarsi di fronte a un tribunale della cui ‘terzieta” deve essere assolutamente certo”. ”Ogni cittadino e’ libero di fare le proprie scelte politiche, cos come lo deve essere un magistrato; ma a differenza di chiunque altro, quest’ultimo deve mantenere un ruolo di equilibrio e di indipendenza che viene prima di ogni altra considerazione. Se un magistrato decide di schierarsi politicamente, non pu• pensare di tornare poi alle sue precedenti funzioni”, conclude.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->