De Luca proroga l’obbligo dell’uso della mascherina fino al prossimo 31 ottobre

Scritto da , 1 Ottobre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

Sono state prorogate le misure disposte dall’ ordinanza regionale numero 22 del 31 agosto. A comunicarlo il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che nella giornata di ieri hai messo una nuova ordinanza regionale che resterà in vigore fino al prossimo 31 ottobre. Nell’ordinanza regionale si dispone che fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza all’evoluzione della situazione epidemiologica, dovuta al diffondersi del Covid 19, sono prorogate le disposizioni che prevedono il divieto di consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali. Ma non solo divieto di consumo anche nelle piazze, nelle ville e nei parchi comunali dalle 10 di sera fino alle 6 del mattino. Restano si legge nell’ordinanza vietati affollamenti o assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luogo pubblico o aperto al pubblico. Pertanto è fatta la raccomandazione ai Comuni alle autorità competenti di intensificare la vigilanza ai controlli sul rispetto del divieto di assembramenti in particolare nelle zone e orari della cosiddetta movida, ed in modo particolare nei fine settimana quando si verifica la maggiore concentrazione soprattutto di giovani nelle principali strade cittadine. Ed ancora in conformità a quanto previsto dall’ordinanza del Ministero della Salute del 22 giugno 2021 è fatto obbligo l’utilizzo dei dispositivi di protezione nelle vie respiratorie anche all’esterno, resta fermo, tra l’altro, in ogni situazione in cui non possa essere garantito il distanziamento interpersonale o quando si configurano assembramenti o affollamenti. L’utilizzo dei dispositivi di protezione stretta pertanto obbligatorio su tutto il territorio regionale in ogni luogo non isolato come ad esempio nei centri urbani, nelle piazze, lungomari nelle ore e situazioni di affollamento, nonché nelle file, code, mercati o fiere ed altri eventi, anche all’aperto, nonché nei contatti di trasporto pubblico all’aperto quali traghetti, battelli, e navi. Il mancato rispetto delle misure disposte dalla regione Campania comporta una sanzione amministrativa del pagamento che può andare dai 400 euro fino ai 1000 euro. Per quanto concerne i locali commerciali rischia una sanzione amministrativa accessoria che può andare dai 5 ai 30 giorni di chiusura dell’esercizio dell’attività. Dunque nonostante la Campania continui a rimanere, fortunatamente in zona bianca, non si allentano le restrizioni disposte dal Governatore Vincenzo De Luca, che continua a ribadire l’obbligo dell’uso della mascherina sia nei luoghi al chiuso che nei luoghi all’aperto ed il divieto del consumo di bevande alcoliche nelle ore notturne, nelle strade e neanche davanti ai locali. Al contrario De Luca chiede ancora una volta ai sindaci di aumentare i controlli affinchè tutti ristettino le disposizioni.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->