De Luca: «Nomine da 600 euro al giorno? Da Fi ennesima balla. Somari!»

Scritto da , 8 febbraio 2017
image_pdfimage_print

“Registriamo una nuova performance di un esponente di Forza Italia, più noto negli ambienti culturali napoletani come rappresentante del “ciuccismo” eduardiano. Viene proposta l’ennesima balla, per coprire la nullità amministrativa e il disastro finanziario prodotto dalla precedente giunta regionale. Gli unici 300 euro rilevanti sono quelli contenuti nel miliardo e 300 milioni di debito che hanno lasciato alla Campania nel bilancio 2013″.

Lo dice il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. “A conferma di questa considerazione, si chiarisce quanto segue: Come testualmente riportato nel decreto dirigenziale del 2 febbraio scorso (ma non nella “clamorosa” denuncia dell’esponente di Forza Italia), i 300 euro di compenso al giorno previsti per 4 esperti nell’ambito del Piano di Azione per la Ricerca, Sviluppo e Innovazione, riguardano un massimo di 20 sedute, ed entro il 31/03/2017. Dettagli che, guarda caso, non vengono comunicati.

Chi è bravo in matematica, per citare la clamorosa denuncia, capisce quanto guadagneranno. Oltre alla guerra scatenata contro la grammatica e la sintassi, ora è stata dichiarata guerra anche alla matematica. Onore ai somari”, conclude De Luca.

ECCO COSA AVEVA DETTO MARTUSCIELLO. Fulvio Martusciello, europarlamentare di Forza Italia ritorna sulla “querelle” nomine “smentendo – scrive in un comunicato – De Luca. La Regione Campania attraverso la direzione generale ricerca e innovazione ha nominato 5 esperti che saranno pagati, si legge nel decreto, 300 euro al giorno. Uno dei cinque ha la fortuna di essere nominato due volte su due progetti diversi così porta a casa 600 euro al giorno. Chi è bravo in matematica capisce quanto guadagnano al mese”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->