De Luca, io sospeso? Se lo deciderà Renzi

Scritto da , 7 giugno 2015

Per Vincenzo De Luca scatterà la sospensione “se lo deciderà il presidente del consiglio”. E’ lo stesso neo presidente della Regione Campania a sottolineare questo punto, in uno scambio animato di battute con Lucia Annunziata a “In 1/2 H” su RaiTre. De Luca ripete di non avere “nessuna preoccupazione” sull’iter di insediamento degli organi regionali. “Immediatamente dopo la proclamazione degli eletti sarà convocato il Consiglio regionale, proporrò la nuova Giunta con il vicepresidente e la Campania andrà avanti con grande tranquillità”. Ci sono però pareri contrari, come quello dell’avvocato Gianluigi Pellegrino, che ha vinto il ricorso in Cassazione sulla competenza del giudice ordinario. “Pellegrino dice idiozie. Ci sono altri giuristi secondo i quali ad un nuovo eletto come me la Severino non si dovrebbe applicare”. Ma lo spostamento della competenza dal Tar al giudice ordinario non complica i tempi per l’eventuale accoglimento di un ricorso? “L’ordinamento prevede l’articolo 700 per le questioni urgenti”. L’ex sindaco di Salerno torna a parlare di “aggressione cinica, infame, senza precedenti” nei suoi confronti durante la campagna elettorale. A Lucia Annunziata, che usa il termine “illegalità” per definire il suo atteggiamento verso la Severino, De Luca replica piccato: “E’ una falsità. Mi sono mosso nel pieno e totale rispetto delle leggi, anche di una legge sbagliata come la Severino, il cui spirito doveva essere buttare fuori ladri e tangentisti, non impedire alle persone perbene di lavorare”.

Consiglia