De Luca è il Paperone del Consiglio comunale. In 16 non presentano i redditi

Scritto da , 14 dicembre 2012
image_pdfimage_print

 Il termine ultimo era il 30 ottobre, ma al momento sono stati ben pochi i consiglieri comunali che hanno ottemperato all’obbligo di comunicare il proprio reddito. Su trentadue consiglieri, soltanto in     quindici (sindaco compreso) hanno compiuto il loro dovere. Davvero un po’ pochi e non certo un bell’esempio per i cittadini che dovrebbero rappresentare.
Tra questi il Paperone è sicuramente il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca che nel 2011 dichiara 133mila e 81 euro (comprensivi dell’indennità di carica di amministratore). Circa diecimila euro in più di quanto dichiarato per il 2010. Al secondo posto (ottenendo la medaglia d’argento) il consigliere comunale di Fli Antonio Cammarota che ha dichiarato un reddito di 129mila e 108 euro. La medaglia di bronzo se la conquista un esponente della maggioranza, il dottor Salvatore Telese di Campania Libera che ha dichiarato 105.447 euro. Sfiora il podio il consigliere comunale del Pdl Roberto Celano che nel 2011 ha avuto un reddito pari a 103.391 euro.
Sono loro gli unici a superare il tetto dei centomila euro (almeno tra coloro che hanno già presentato i dati). Entrano poi nella top ten Paky Memoli (neo acquisto dell’Udc) con 86.350 euro,. Domenico Galdi con 64mila 636 euro, l’avvocato Angelo Caramanno (Salerno per i Giovani) con 60.280 euro, Marco Petillo (storico consigliere del Psi) con 58.232 euro, Luigi Bernabò (alla sua prima consiliatura) con 53,527 euro e Gaetano Criscuolo (presidente della commissione finanze) con 46mila 617 euro.
Seguono poi gli altri pochi consiglieri rimasti. Nell’elenco, infatti, ci sono anche il commercialista Raffaele Adinolfi (capogruppo Pdl-Principe Arechi) con 36mila 636 euro, l’assessore provinciale Pietro Damiano Stasi con 29.510 euro,  l’imprenditore Giuseppe Zitarosa con 39mila 875 euro e il presidente del consiglio comunale Antonio D’Alessio con 35mila 936 euro.  Fanalino di coda anche quest’anno il giovane avvocato Emiliano Torre che ha dichiarato solo il compenso derivante dalla corresponsione dei gettoni di presenza nella sua qualità di consigliere comunale, ovvero 7mila 844 euro. Un po’ pochino, ma data la giovane età avrà il tempo per recuperare e guadagnare qualcosa di più nei prossimi anni.
Insomma, questo il quadro a metà dicembre a quasi due mesi dal termine ultimo della consegna. L’invito è di ottemperare al più presto per garantire davvero una sempre maggiore trasparenza.

Per completezza d’informazione riportiamo, rigorosamente in ordine alfabetico, l’elenco dei consiglieri comunali che non hanno consegnato la dichiarazione 2011: Camillo Amodio, Amedeo Avagliano, Raffaele Della Valle, Augusto De Pascale, Horace Di Carlo, Alessandro Ferrara, Anna Ferrazzano, Salvatore Gagliano, Dario Loffredo, Domenico Mazzeo, Gianluca Memoli,. Luciano Provenza, Felice Santoro, Rosa Scannapieco, Luca Sorrentino, Domenico Ventura e Nobile Viviano. Alcuni di questi sono recidivi nel senso che anche l’anno scorso non hanno comunicato il loro reddito, li invitiamo a rimediare quest’anno; ci sono ancora quindici giorni prima che il 2012 finisca e quindi c’è tutto il tempo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->