De Luca: Di Maio analfabeta

Scritto da , 28 novembre 2016
De-Luca

“Luigino Di Maio ha avviato una campagna contro il calamaro fritto. Faceva il buttafuori allo stadio di Napoli e fu cacciato perche’ portava seccia, poi il web master ma non e’ in grado di leggere le mail, e’ un analfabeta digitale. Io voglio rivolgermi agli elettori 5 stelle, ho interesse a recuperare parte del loro voto perche’ una parte dei 5 stelle e’ progressista ma vota per loro solo per il disprezzo verso l’inconludenza del Pd”. Lo ha detto a Napoli il governatore campano, Vincenzo De Luca, parlando in una scuola a Scampia. De Luca critica il sindaco di Roma, Virginia Raggi, rea di far governare la Capitale “agli uomini di Gianni Alemanno e all’estrema destra”. Sul referendum, i pentastellati “dicono una grande palla – afferma De Luca – non c’e’ un’altra proposta se il 4 dicembre i cittadini votano no, per altri 50 anni non si cambia piu’ niente”. Beppe Grillo “invece e’ il mio mito. C’e’ odio e amore con lui. Mi piace quando fa il comico – scherza il governatore – ma non deve esagerare. Se ti presenti come monaco francescano ma poi vengo a sapere che sei miliardario e fai ferie sulla costa Smeralda e in Africa con la panza al sole mi incazzo”. Dall’ex sindaco di Salerno parole anche al vicepresidente della Camera “Luigino di Maio – dice De Luca – che e’ un noto sfaccettato ma a 29 anni si candida a presidente del Consiglio. Lui fino a poco fa prendeva la paghetta dal padre e a Pomigliano d’Arco prese 50 voti ma chi cazzo lo doveva votare?”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.