De Luca a Zitarosa e gli amici alla Centrale del Latte

Scritto da , 19 luglio 2014

SALERNO. Che significato avevano quelle parole rivolte dal sindaco De Luca al consigliere comunale Giuseppe Zitarosa, forzista vicino a Mara Carfagna e convinto sostenitore del Crescent? Parole dure, in pubblico, durante l’ultima conferenza dei capigruppo. Il motivo del contendere la vicenda della Centrale del latte, tirata in ballo da Zitarosa che aveva sostanzialmente consigliato al sindaco di rivedere la propria posizione sulla cessione dell’azienda. “Vedi che alla Centrale del latte lavorano molti tuoi elettori” sussurrò Zitarosa a mò di consiglio. Consiglio che evidentemente non era stato richiesto né gradito dal primo cittadino la cui dura risposta gelò i presenti e pure il tentativo di aprire una discussione. “Hai più tu -riferito a Zitarosa- persone vicine alla Centrale del latte e alle altre municipalizzate che io”, la fredda risposta di De Luca riferita a quel “hai avuto più degli altri (sicuramente consiglieri) con cui chiosa la risposta. Se fosse esistito un vero capogruppo di opposizione il minimo era la richiesta di chiarimenti per lo scambio di battute. Si parlava di assunzioni? Raccomandazioni? O di altro? Certo la fragile e vacillante, direi ondivaga opposizione consiliare del centrodestra trova molte spiegazioni nelle parole del sindaco. Poca roba, direte voi. Certamente. Dai parlamentari in testa (Carfagna,Fasano,Cardiello,Longo), ai consiglieri regionali e a quelli comunali l’ex Pdl ora Forza Italia non ha dato mai segni di vitalità. Basta ricordare la vicenda del doppio incarico di De Luca sollevata e portata avanti dai grillini. t^

Consiglia