De Luca, 80% giornalisti sono farabutti. Insorge l’Ordine

Scritto da , 24 Maggio 2019
image_pdfimage_print

“Abbiamo inaugurato il nuovo reparto di terapia intensiva ematologica per fare il trapianto di midollo anche a malati di leucemie con cellule non provenienti da familiari. Un lavoro di grande livello scientifico.

Mentre è in corso questo lavoro arrivano sulle pagine nazionali le lenzuola del Cardarelli, nell’ambito di un sistema informativo che è fatto per l’80% di farabutti, per un altro 10% di analfabeti, e salvo il 10% di persone perbene e di grande qualità nel mondo dell’informazione”.

Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a Lira Tv. Immediata la replica del presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli: “E’ inaccettabile, De Luca rettifichi e chieda scusa”.

“De Luca – aggiunge – è stato eletto per governare la Campania e deve accettare le critiche. Non perde, invece, occasione per stilare graduatorie e stabilire percentuali di buoni e cattivi. De Luca se ne faccia una ragione. L’informazione è cronaca e critica, si rassegni”.

Dopo le parole del Governatore De Luca sui giornalisti, definiti farabutti, interviene il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli: “Vincenzo De Luca definisce farabutti l’80 per cento dei giornalisti. Rettifichi e chieda scusa. La Campania lo ha eletto per governare e deve accettare anche le critiche. Non perde, invece, occasione per stilare graduatorie e stabilire percentuali di buoni e cattivi. Se ne faccia una ragione. L’informazione è cronaca e critica. Si rassegni”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->