Da Pollica ecco gli “Holiday Bond” «Cerchiamo di contenere i danni»

Scritto da , 14 Aprile 2020
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Si chiamano “Holiday Bond” ed è una proposta, ai tempi del Coronavirus e della crisi del settore turistico, per sostenere la ripresa economica del territorio. L’idea che sarà sottoposta al governatore della Campania, Vincenzo De Luca e al ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, arriva dal primo cittadino di Pollica, Stefano Pisani. Il meccanismo è semplice: i turisti di tutto il mondo potranno acquistare a prezzi scontati gli Holiday Bond (Vouchers Vacanza) per le vacanze future, con un valore nominale dello stesso superiore a quello di effettiva emissione (o acquisto) e potranno spendere lo stesso Bond dal momento della fine della pandemia (o della riattivazione delle attività economiche connesse al settore turistico) fino a dicembre 2022. «Oltre allo sconto messo a disposizione dalle imprese – spiega Stefano Pisani – i turisti avranno anche la possibilità di dedurre dalla propria dichiarazione dei redditi il corrispondente valore nominale dei Bond acquistati. Per i turisti stranieri si potrebbe immaginare un meccanismo simile al tax rembursement pari al valore dell’Iva». Le imprese di settore, così riceveranno immediatamente la liquidità immessa dai turisti e si impegneranno a garantire la fruizione dei vouchers entro dicembre 2022. Inoltre, tutte le entrate derivanti dagli “Holiday Bond” saranno defiscalizzate, in modo da garantire un supporto al settore e stimolare la scontistica a favore dei turisti. «L’acquisto della vacanza futura – commenta il sindaco di Pollica Stefano Pisani – garantirà alle imprese liquidità di breve termine e fatturato nel medio periodo. L’obiettivo degli Holiday Bond è quello di sostenere economicamente il settore turistico, stimolando la domanda prossima e futura, contribuire alla finanza a breve degli operatori senza aumentare il debito pubblico del Paese mediante la vendita di vouchers e attivare il risparmio privato degli italiani per garantire liquidità alle piccole aziende». Per il funzionamento degli “Holiday Bond”, basterebbe costruire una piattaforma web based sulla quale potranno registrarsi sia gli operatori del settore, che potranno in tal modo offrire i propri vouchers, sia gli utenti che avranno l’intenzione di comprare i vouchers

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->