Da Aniello’S Happy Farm: dal produttore al consumatore

Scritto da , 17 Dicembre 2020
image_pdfimage_print

di Maria Francesca Nappo

L’artigiano è un depositario di antiche idee, tradizioni, valori e tecniche professionali. Negli ultimi anni l’artigianato locale è stato rivalutato e molte produzioni, fino a poco tempo fa sconosciute, sono rinate non sono per l’importanza artistica e culturale, ma anche per un fattore economico e occupazionale. Nel corso dei secoli, l’allevamento è cambiato e seguendo ritmi e finalità molto diverse tra loro. In periodi più antichi allevare animali come galline, galli, mucche, pecore, capre, conigli era di fondamentale importanza soprattutto per il sostentamento familiare. Aniello Bosco, figlio di un noto imprenditore di Scafati, R a f f a e l e B o s c o , proprietario dell’azienda I t a l S u d S.R.L, ha scelto di creare una sua attività ind i p e n d e n t e , dando vita a un’azienda agricola di allevamento con buoni risultati e grandi soddisfazioni.

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->