Cuperlo: dati Pd incongruenti, non conteggiare Salerno

Scritto da , 18 novembre 2013

Il comitato Cuperlo definisce “incongruenti” i dati sul voto nei circoli Pd. Patrizio Mecacci, coordinatore del comitato Cuperlo, spiega: “I dati forniti da Davide Zoggia sono parzialmente diversi da quelli da noi raccolti in questi giorni e presentano diverse incongruenze, compresa l`esclusione di risultati già ufficiali e l`inclusione di dati non ancora certificati. Ma soprattutto questi dati sono drogati dai numeri della provincia di Salerno che contestiamo apertamente e che ci auguriamo tutti i candidati respingano per il rispetto che si deve agli oltre trecentomila, che hanno scritto una straordinaria pagina di partecipazione e di democrazia. Dubitiamo che fosse opportuno l`annuncio di cifre ancora incerte, invece di attendere il risultato conclusivo”. Aggiunge Mecacci: “In ogni caso, pur nella sua parzialità, il voto degli iscritti ci consegna alcune indicazioni importanti. Per la prima volta da quando è nato il Pd, nessun candidato ha raggiunto il 50% dei consensi tra gli aderenti al partito. Questo nonostante le aspettative di Renzi, rilanciate da sondaggi e pronostici iperbolici. Attorno alla proposta di Gianni Cuperlo si è raccolta invece una vasta area, assai superiore ad ogni previsione, che pesa oggi intorno al 40% e che, a questo punto, sarà alle primarie dell`8 dicembre la vera alternativa di progetto e di leadership al sindaco di Firenze. Che questa sia la novità politica più forte del voto degli iscritti è dimostrato anche dall`analisi dei risultati, e soprattutto dal consenso raccolto laddove maggiore è il peso dell`opinione pubblica, cioè nelle grandi città. A Roma, Milano, Napoli, Genova, Bologna, Bari la mozione di Cuperlo ha prevalso su quella di Renzi: questo ci rende convinti che la partita delle primarie è aperta e tutta da giocare. Ringraziamo tutti gli iscritti al Pd per l`ennesima, straordinaria prova di civismo e per il lavoro che ora comincerà in vista dell`8 dicembre”.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->